muco  
 
Utente 252XXX
Gent.mo,
Sono un uomo di 40 anni.
Ho appena ritirato il referto di uno spermiogramma e la diagnosi è appunto astenoteatozoospermia. La coltura del liquido seminale è negativa.
Nel referto sono indicati i seguenti valori:
aspetto: proprio;
liquefazione: fisiologica;
viscosità: normale;
agglutinazioni: assenti;
aggregazioni: assenti;
ph: 7,4;
volume 3,.8
spermatozoi: 25.900.000
spermatozio/eiaculato: 98.420.000
% forme mobili totali: 30
velocità media: 18.7
rettilineità media: 8.2
spostamento laterale testa: 1.1
frequenza battiti coda: 7.2
spermatozoi non motili: 70%
non progressivi: 4%
progressivi lenti: 23%
progressivi rapidi: 3%
forme normali: 3%
forme atipiche: 97%
cellule linea spermatica: 1 p.c.
leucociti: 1-2 p.c.
emazie: 0
cristalli: alcuni
cellule epiteliali: rare
corpuscoli prostatici:0
altri elementi: rari filamenti di muco.

Qualche tempo fa mi ero sottoposto ad una visita andrologica per qualche problema urinario. Avevo avuto due fenomeni di incontinenza notturna e da qualche tempo riscontravo la necessità di urinare frequentemente, con comparsa dello stimolo in modo improvviso e con scarsa capacità di trattenere lo stimolo.
Il medico mi ha controllato la prostata escludendo forme patologiche ed ipotizzando una forma infiammatoria.
In considerazione della mia intenzione di fare un figlio e di un certo sottodimensionamento dei testicoli mi ha consigliato di effettuare l'esame di cui sopra.
La raccolta è stata fatta secondo protocollo direttamente nella struttura che ha effettuato le analisi e dopo aver lavato le mani.

Confesso di essere un po' preoccupato anche perché i problemi urinari non sono esattamente scomparsi e, ovviamente, temo qualche problema alla prostata oltre che di essere sterile.

Grazie per l'attenzione e la cortese risposta.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
sembra sia arrivato il momento di concertare con lo specialista come affrontare la patologia infiammatoria che potrebbe essere alla base della anche della scarsa motilità degli spermatozoi.
cordialmente
[#2] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
Gent.mo Dr. B.,
Grazie per la pronta risposta.
Ritiene quindi che l'alta percentuale di spermatozoi con forme atipiche non debba preoccuparmi particolarmente?

Grazie ancora.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
anche questa è correlata colla patologia di base...
[#4] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
Grazie.
Buon lavoro.

Cordialmente