Utente 733XXX
Gentili medici,
avevo illustrato brevemente la mia situazione in questo consulto (http://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=40271 ) e mi erano state date delle cortesi e rapide risposte dai Dr. Benedetti e Dr. Castiglioni.
Ora come già accennato ho effettuato delle analisi del sangue e delle urine apposite e urinocultura. I risultati a detta del mio medico hanno appunto dato conferma di uno stato infiammatorio (non particolarmente grave a suo dire) dimostrato dai valori di PROTEINA C REATTIVA a 3,40 e VES a 15.
Dall'urinocultura è inoltre risultata la presenza del battere PROTEUS MIRABILIS. In virtù di ciò vista l'ampia gamma di antibiotici a cui risultavo sensibile, mi aveva inizialmente prescritto del Ciproxin 500 da prendere 2 volte al dì. Tutta via dopo averne assunte due compressi ho avuto una lieve reazione allergica caratterizzata da pruriti e da un leggero sfogo. Il medico dopo avermi dato un antistamico (per cui dopo averne presa una compressa non ho avuto più fastidi) ha modificato la cura antibiotica sostituendo il Ciproxin con il Clavulin, sempre da assumere due volte al dì.
Ho iniziato l'assunzione a mezzogiorno di ieri, ora dovrò prendere la 3 compressa. Per quanto riguarda i fastidi nella minzione, questi sono diminuiti, i bruciori sono già diventati piuttosto lievi, però sono comparsi altri disturbi che credo sempre di poter associare alla prostatite: qualche dolorino ad un testicolo (il sinistro), leggera pesantezza pelvica e nella zona del retto. Poi stamattina è accaduto un fatto che mi ha portato molta preoccupazione: ho notato che il colore dello sperma era marroncino quasi un caffèlatte, cosa che non mi era mai accaduta prima. Confesso che quando mi sono accorto di ciò dallo spavento mi sono quasi sentito mancare...non avevo comunque sentito particolare dolori o fastidi al momento della fuoriuscita o durante l'atto...Se gentilmente qualcuno riuscisse a darmi una risposta o a tranquillizzarmi gli sarei infinitamente grato. Inoltre...pensate che la cura antibiotica col Clavulin sia adatta?? Per quanto tempo dovrebbe essere protatta?? E infine per quanto tempo consigliate l'astinenza dall'attività sessuale?? Grazie ancora per l'attenzione e il tempo che avete dedicato alla semplice lettura del consulto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,
potrebbe trattarsi di una emospermia , cioè la presenza di sangue nel liquido seminale. Questo problema si può associare ed confermare un fatto infiammatorio alle vie seminale e generalmente non aggiunge nulla a quello già riscontrato. Per la terapia antibiotica deve fare riferimento al suo andrologo che sicuramente ha scelto l'antibiotico sulla base dell'antibiogramma che sempre viene allegato ad una spermiocoltura positiva ad un particolare microrganismo. All'ultima domanda infine generalmente non si consiglia nessun periodo di astinenza. Detto questo poi deve comunque in diretta riconsultare il suo andrologo.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centrodemetra.com