Utente 682XXX
Buongiorno,ho 37 anni, avrei un problema che si presenta ogni tanto. Qualche anno fa alzai un grosso peso, superiore alla mia forza fisica. Dopo un po mi comparve un dolorino al testicolo sx, che poi scomparve con l'assunzione consigliata dal medico di famiglia di Aulin. Ogni tanto però si ripresenta,sia quando faccio un intenso lavoro fisico, oppure quando (non sempre) faccio del petting spinto con la mia ragazza e cerco di trattenere l'eiaculazione. Palpando il testicolo avverto un dolore un po più intnso, che scompare dopo alcune ore. Che cosa può essere, forse c'è un'ernia inguinale? Grazie delle risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore 6823,

la dinamica del fenomeno da lei descritto potrebbe anche far pensare alla esistenza di un'ernia inguinale.
Si faccia vedere dal suo medico che le potrà ecentualmente consigliare gli accertamenti del caso
cari saluti
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
si certo, la dinamica di insorgenza e le caratteristiche della sintomatologia dolorosa che Lei descrive, lascerebbero pensare, ma solo pensare, alla possibile esistenza di una patologia erniaria. L'unico perticolare che forse esula dalle caratteristiche soggettive dell'ernia sarebbe la risposta positiva all'anti-infiammatorio. Nel senso che se è presente un'ernia, allo stadio sintomatico, Lei può assumere un camion di Aulin ma i fastidi o il dolore permangono.
Il fatto che la sintomatologia si accentui durante i preliminari di un rapporto sessuale, fase nella quale vi è una forte congestione del plesso venoso pampiniforme, potrebbe suggerire la presenza anche di un varicocele ad esempio.
Non resta, quindi, che la visita vera e propria, prima dal Suo medico di famiglia ovviamente e se Lui non sapesse che pesci pigliare, dallo Specialista che sempre Lui Le indicherà.
Affettuosi auguri per la risoluzione del Suo problema e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO