Utente 179XXX
Salve, sono due giorni che sento dolore e forte bruciore quando urino.
Sono all'estero e sono andato oggi a fare le analisi delle urine. A parte i leucociti che sono 2-3 tutto il resto è ok. Mi hanno quindi detto che non ho niente ma sento comunque dolore.

Cosa devo fare? Mi conviene prendere un antibiotico?

grazie!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non si pasticci inutilmente; se valutazioni citologiche e colturali negative aumenti, se non ci sono naturalmente controindicazioni di ordine generale, l'assunzione di liquidi, in particolare l'acqua, e, appena possibile, comunque bisogna sentire in diretta il suo urologo di fiducia.

Nel frattempo, se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate su tale problematica urologica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/199-cistiti-ed-uretriti-urina-brucia.html.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
il problema è che sarò all'estero fino a dicembre, che non ho un urologo di fiducia e che stanotte il male è stato lancinante.

Possibile che dall'analisi delle urine non sia risultato nulla?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
A questo punto, eventualmente in urgenza, senta un bravo urologo in diretta.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
come si fa? si può fare su questo sito? sono in sudamerica non è così facile telefonare a un urologo in Italia...
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In diretta, cioè de visu, purtroppo non è possibile via internet!

[#6] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
dopo quasi una settimana di terribili dolori a urinare mi hanno diagnosticato una probabile gonorrea. I leucociti sono passati a 15.
Finora era stata esclusa nonostante avessi dichiarato che avevo avuto rapporti con partner occasionali. mi hanno ieri pomeriggio fatto una puntura con un antibiotico di 500 mg di cui non ricordo il nome, e mi hanno prescritto ogni dodici ore una compressa di 100 mg di verboril (doxiciclina). Sono curato adeguatamente? sto meditando di rientrare in Italia per evitare problemi di complicazioni quali stelirità o trasformazione in forma cronica. Ho letto che il rischio è altissimo se non ci si cura adeguatamente o se non viene diagnosticata in tempi rapidi. Consideri che è 7 giorni con oggi che sento dolore e che questo non è ancora passato nonostante la puntura di ieri.
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ma come e chi le ha fatto la diagnosi finale di gonorrea?

Ha fatto delle valutazioni colturali mirate?

[#8] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
abbiamo fatto un tampone ma i risultati non sono pronti. Lo saranno sabato prossimo (forse....)

la diagnosi è stata fatta per le perdite giallognole che sono inziiate due gg fa e per il fatto che ho avuto rapporti occasionali nell'ultimo periodo.

Ma è normale dover attendere uan settimana per avere i risultati del tampone? io sto pensando seriamente di tornare in Italia a curarmi... se domani ho ancora dolore prenoto il volo al più presto. QUI i medici non sono assolutamente all'altezza. Mi hanno cambiato tre volte antibiotico finora e ancora non abbiamo una diagnosi.
Se io non insistevo non mi avrebbero nemmeno rifatto le analisi delle urine e non avremmo saputo che ora ho i leucociti a 15
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Una valutazione colturale richiede almeno 7 giorni di attesa perché la coltura si sviluppi e quindi è normale dover attendere una settimana per avere i risultati di un tampone.

Ancora cordiali saluti.
[#10] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
ma due settimane con una cura non appropriata perché non si sa il batterio non è pericolosa?
non rischio di avere problemi permanenti?

mi consiglia un buon antidolorifico?
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non si pasticci, se il problema le sembra urgente, in attesa dell'esito della valutazione colturale con eventuale antibiogramma, risenta ora in diretta il suo andrologo od urologo di riferimento; sarà lui a consigliarle, se ciò è necessario, un antinfiammatorio, un antidolorifico o addirittura un antibiotico.