Utente 342XXX
Salve, volevo rivolgermi a voi medici specialisti di malattie del metabolismo per un mio problema con la glicemia, una sindrome metabolica. Ho una spiccata familiarità per malattie del cuore e diabete e quindi mi controllo. Non assumo alcun farmaco. Gli ultimi controlli, però non sono andati molto bene, vi riporto i valori anomali (i 3 valori sono rispettivamente Ottobre 2013 Dicembre 13 e 30 Marzo 2014, ieri):
Glicemia (a digiuno): 105, 105 e 117
Colesterolo tot : 263, 240 e 274
HDL 36, 44 e 50
Trigliceridi 149, 190 e 125
Acido urico 6,8-5,7 e 6,4
Emoglobina Glicata 6,2% in ultima analisi
La mia pressione oscilla tra 140/90 (picco massimo) e 125/80 con battito tra 60 e 70.
Emocromo, creatinina, elettroforesi e transaminasi regolari.
Io da quando ho scoperto di avere questi valori faccio regolarmente 1 ora di camminata al giorno, e 15-20 minuti di bicicletta, però mi affatico molto e anche se cerco di controllarmi con l'alimentazione, ho una fame da lupi dopo che mi muovo.....Ho smesso di mangiare latticini e assumo meno pasta e pane, senza dolci, e non ho perso niente, anzi sono ingrassato in 1 Kg!
Il mio medico sostiene che il mio problema sia solo alimentare e mi consiglia di fare più esercizio e mangiare meglio con l'aiuto di un nutrizionista. Dice anche che ho il diabete alle porte........ Proprio per questo vorrei capire come invertire la rotta, vorrei capire se quasta sindrome metabolica è reversibile SOLO con le giuste misure dietetiche.
Insomma, mi chiedo se i volori sopra citati non siano da modificare con farmaci, voi cosa pensate? Cosa posso fare?
Attendo vostre notizie, grazie per l'attenzione e cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Perfettamente in sintonia con il Curante!

Lei necessita di un piano alimentare ipocalorico necessario a favorire un calo ponderale...oltre a "1 ora di camminata al giorno"!

Potrà normalizzare i valori riportati senza l'ausilio farmacologico rivolgendosi al Dietologo presente nella Sua zona, per le valutazioni cliniche e l'intervento dietetico richiesto.


Prego.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 342XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la sua consulenza da esperto. Sicuramente prenderò appuntamento con un dietologo a breve. Le volevo fare un'altra domanda riguardo il colesterolo: anche questo si potrà abbassare con la dieta (se ho capito bene), ma non è pericoloso aspettare i giovamenti della dieta visti i casi in famiglia di infarto? Grazie per l'attenzione e per la sua professionalità, saluti.
[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Ha capito bene!

Oltre al calo ponderale (necessario nel Suo caso) potrà ottenere una normalizzazione dei valori alterati correggendo la Sua alimentazione con un piano dietetico ipocalorico-ipolipidico e se produrrà in tempi rapidi la visita dietologica non avrà nulla da temere.


Per un utile approfondimento:

www.medicitalia.it/salute/colesterolo


Prego.
Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 342XXX

Iscritto dal 2014
Grazie infinite per la rapidità e praticità, buon lavoro!
PS: posso rivolgermi ancora a lei quando rifarò le analisi per commentare le novità?
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Di nulla!


Siamo tutti a disposizione di Voi utenti.


Auguroni.