Utente 342XXX
Gentili medici,
mia zia di 73 anni ha diarrea intermittente da circa 5 mesi e calo ponderale. Ha fatto esami del sangue, dove è risultata lievemente alterata la birilubina, e un'eco addome con aspetto della parete colica (flessura)di spessore accentuato.
La colonscopia evidenzia dilatazione del dotto pancreatico sino alla regione cefalica dove è presente piccola (1cm) formazione cistica e disomogeneità del processo uncinato, a livello dell'ipocondrio destro dove è riferita la sintomatologia è presente aumento dello spessore del colon destro delle pareti dell'ultima ansa ileale, iperecogenicità del mesentere, minimo versamento tra le anse intestinali.
La Tac addome di 2 settimane fa referta: neoplasia primitiva del diametro trasversale di 46x24 mm in corrispondenza del processo uncinato del pancreas con caratteristiche suggestive per adenocarcinoma. La lesione fa apprezzare estesa infiltrazione nella radice del mesentere digiunale con interessamento circonferenziale del terzo medio dell'arteria mesenterica superiore. Occlusione subtotale di natura infiltrativa della vena mesenterica superiore fino alla confluenza con la vena splenica che presenta iniziali segni di stenosi. Infiltrazione del tratto intrapancreatico del coledoco e del dotto di Wirsung con dilatazione di grado iniziale dei dotti biliari e pancreatici distali. Assenza di linfonodi di significato patologico nelle stazioni toraco addominali. Circoli venosi vicarianti l'occlusione della vena mesenterica superiore a livello del mesocolon trasverso e dell'omento. Lieve versamento ascitico associato a sporadici micronoduli omentali del diametro massimo di 12 mm fortemente sospetto per diffusione carcinosica peritoneale. Assenza di secondarietà nei parenchimi addominali. Bilaterale presenza di multipli noduli polmonari del diametro variabile tra 2 e 5 mm con caratteristiche suggestive per lesioni secondarie.
Markers tumorali: ca125=68 ca19.9=<3 cea test=8
Questi markers sono compatibili con il referto della Tac?
E' sicuramente un adenocarcinoma del pancreas o si tratta di qualcos'altro?
Siamo in ansia ed in attesa di biopsia tra 2 settimane.
Ringrazio i medici che daranno il loro parere.
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
I markers neoplastici sono esami di complemento,
che vanno inseriti dal medico in un contesto clinico più complessivo;
la loro negatività non esclude la diagnosi istologica prospettata in ipotesi,
così come, a volte, la loro positività non è sicuro indizio di neoplasia.

Gli esami sinora effettuati evidenziano:

- uno stato di malattia neoplastica avanzata
(<<fortemente sospetto per diffusione carcinosica peritoneale>>)

- con
<<caratteristiche suggestive per adenocarcinoma>>

questo ovviamente non può che comportare l'inevitabile attesa dell'esame istologico,
l'unico a poter fare chiarezza!

[#2] dopo  
Utente 342XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio dottore per per la sua gentile risposta.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Di nulla.

Distinti Saluti
[#4] dopo  
Utente 342XXX

Iscritto dal 2014
Gentile dottore, dall'esame istologico è risultata una "compatibilità" con adenocarcinoma. La Pet ha evidenziato un tumore localizzato infiltrato senza metastasi. Ha fatto per ora un mese di chemio con gemcitabina ed abraxane. Mia zia è in buone condizioni generali, anche se pur avendo molto appetito e mangiando in abbondanza continua a dimagrire, ha perso circa 10 chili in 8 mesi.
Puo' fare qualcosa per aumentare un po' il peso?
Ora è 43 chili, se continua a dimagrire cosa puo' succedere?i
Riguardo alla prognosi?
La ringrazio per la disponibilità.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012