Utente 699XXX
Gentili Dottori,
sono un ragazzo di 22 anni e in seguito a vari sintomi e alla costante presenza di eosinofili alti (8 %) nell'emocromo (e alla conoscenza di diverse allergie in età pediatrica) sono stato sottoposto a esami RAST da parte del mio medico di base.
Ho ottenuto i risultati, ve ne posto qualcuno che vi potrebbe interessare, chiedendovi se sono specifici, e se veramente quanto indicato dal RAST corrisponde ad una vera e propria allergia o se dovrò sottopormi a Prick o Patch Test o altro.

IgE: 643 kU/L (con valore massimo 100.00)

F4 Grano: 0.50 kUa/L (con valore massimo 0.10)

D1 Derm. Pteronys.: 3.69 kUa/L (con valore massimo 0.10)

D2 Derm. Farinae: 3.36 kUa/L (con valore massimo 0.10)

E1 Forfora ed epitelio di gatto: 41.6 kUa/L (con valore massimo 0.10)

E5 Forfora di cane: 2.58 kUa/L (con valore massimo 0.10)

G2 Cynodon. Dact.: 1.23 kUa/L (con valore massimo 0.10)

Forse potrebbe essere di vostro interesse sapere che ho come animale domestico un GATTO. Ora le domande che vi pongo, a quali di questi allergeni potrei essere effettivamente allergico? Ad esempio "F4 Grano" è alzato solo di poco, in confronto a "E1 Forfora ed epitelio di gatto".
Ultima domanda: pensavo di farmi un tatuaggio nei prossimi mesi, ho sentito da un mio conoscente che si può essere allergici ai coloranti, alle sostanze o agli strumenti utilizzati per il tatuaggio, mi sapreste indicare il nome degli allergeni che devo valutare? E' consigliabile un Prick? So che si tratta di un'allergia piuttosto rara, però volevo evitare spiacevoli conseguenze.
Grazie mille!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Nicola Verna
44% attività
0% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
Le potrà interessare sapere che gli esami da lei effettuati sono considerati esami di secondo livello. Essi vengono eseguiti dopo un consulto con un Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica. Questa figura professionale, sulla base dei dati anamnestici, dell'esame obiettivo, dei test cutanei e degli altri esami strumentali potrebbe "anche" richiedere, se necessario gli esami da lei effettuati.
In merito ai test per i materiali utilizzati nei tatuaggi, può sottoporsi ad un patch-test della serie standard. Si precisa che il test le dirà solo se è già sensibile alle sostanze che le verranno testate e non ha valore predittivo su future allergie che si possono sviluppare dopo una lunga esposizione come avviene per i coloranti dei tatuaggi.
Cordiali saluti.

Dr. Nicola Verna
[#2] dopo  
Utente 699XXX

Iscritto dal 2008
Dr. Nicola Verna, la ringrazio moltissimo per la sua risposta. L'esame RAST mi è stato prescritto dal medico di base, non da un Allergologo infatti.
La ringrazio nuovamente e la saluto.