Utente 740XXX
Gentilissimi dottori ho 60 anni e piu' di dieci anni fa fui colpito da un tumore alla rinofaringe ke, grazie alla radioterapia e alla chemioterapia fu bloccato. Dopo 8 anni questo carcinoma ha ripreso la sua attivita' e questa volta e' stato bloccato solo grazie alla chemioterapia in quanto non e' stato possibile ripetere cicli radioterapeutici. Sono passati due anni e la malattia al rinofaringe e'stata bloccata. Ora pero', nelle ultime tac e rinsonananze e' uscito un TESSUTO ETEROPLASICO al BASICRANIO che si sta estendendo. Un primo dottore ha detto che bisognava studiare meglio la natura di qsto tessuto che potrebbe anche essere fibroso e derivante dalla chemioterapia. Un altro oncologo invece semplicemente osservando una risonanza ha parlato di tumore ee eventuale intervento chirurgico. IO mi chiedo se e' possibile attraverso una risonanza comprendere la natura di un tessuto eteroplasico. Rendo noto che da piu' di un mese soffro di atroci mal di testa e secondo l'oncologo questo dimostra il tessuto neoplasico a discapito di quello fibroso. possibile?...Sicuro di una vostra risposta ringrazio anticipatamente di cuore.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Caro Amico,

rispondo anche se in ritardo al quesito. A mio avviso sarebbe opportuno intervenire chirurgicamente per rimuovere (se possibile) questa formazione e sottoporla ad esame istologico. La rimozione sarebbe auspicabile anche perchè la sua presenza esita in una sintomatologia molto fastidiosa. Sulla scorta dell'esame istologico e di una rimozione macroscopicamente radicale si possono decidere ulteriori eventuali trattamenti.

Un caro saluto ed un grande in bocca al lupo

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it