Utente 342XXX
Mi chiamo Vito è ho 30 anni, soffro da più di 10 anni di un disturbo che all'epoca era poco più di un fastidio ma che con l'andare del tempo ha assunto via via una dimensione davvero importante finendo per condizionare negativamente la qualità della mia vita.

Si tratta di un forte dolore intermittente da contrattura, molto urente (come se ci fosse il fuoco) all'altezza del trapezio dx-elevatore della scapola-prime vertebre cervicali alla base del collo.

Premetto che da tutti gli esami strumentali che ho fatto (RM cervicali, lastra della colonna vertebrale, ETG dorsale ecc,) non è mai risultato niente di anomalo.

In passato mi sono rivolto a ortopedici,neurochirurgici, massaggiatori, fisioterapisti, ecc senza mai avere risposte certe a specifiche domande. Ho provato anche diverse terapie tra cui potrei citare: tecarterapia, laser terapia, massoterapia e poi farmaci come antinfiammatori e mio rilassanti sempre senza mai nessun risultato degno di nota.

Generalmente quando mi prendono questi spasmi dolorosi, avverto un senso di tensione muscolare, di contrazione e di intenso bruciore e l'unico modo per alleviare il dolore stesso è il riposo, mettermi seduto con la schiena su una comoda poltrona, rilassato oppure stare coricato a pancia in sù: generalmente così facendo il dolore svanisce quasi subito (dipende) salvo poi ripresentarsi appena mi rimetto in piedi....Questo dolore mi viene in determinate occasioni, le faccio degli esempi...Dopo 40' minuti di corsa, dopo una passeggiata, dopo dei lavori svolti con testa alta o rivolta verso l'alto, o durante dei sforzi fisici fatti in maniera eretta....invece se faccio piscina anche piu di un ora, se faccio lavori agricoli pesanti con il busto piegato in avvanti (testa rivolta verso il basso) non riscontro nessun dolore....capisce bene che per un regolare attività giornaliera questo problema è invalidante.

Io però giustamente sono un po preoccupato , sono piu di 10 anni che spendo tantissimi soldi e ancora mi ritrovo al punto di partenza senza sapere qual'è la mia patologia per cui sono a chiederVi Come si può ottenere una diagnosi certa?E' possibile guarire da questo problema rognoso?



Ringrazio e saluto cordialmente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Coli'
32% attività
12% attualità
16% socialità
SAN CESARIO DI LECCE (LE)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentile utente, dalle informazioni che ci fornisce, sembrerebbe trattarsi di un problema posturale. Ha valutato in passato eventuali concomitanti problemi odontoiatrici o oculistici? Talvolta, infatti, una anomala chiusura (occlusione) della mandibola o un astigmatismo oculare possono alterare l'assetto postura le della colonna. Se esclude tali possibili cause, penso che potrebbe comunque avvalersi con beneficio di un trattamento rieducativo con tecnica di Mézières. Ci tenga informati. Cordialità