Utente 270XXX
Gnetilissimi Dottori è da ormai 3 anni che soffro di ipertensione, che mi è costata un primo ricovero ed una terapia seguita scrupolosamente fatta di lobivon e triatec, avevo una F.E. del 65% ed una lieve ipocinesia del setto. eseguivo controlli programmati che manifestavano una situazione stabile con F.E scesa al 50%. Detto questo a novembre del 2013 ho iniziato a stare male, avevo un affanno incredibile, sudorazione eccessiva, tachicardia 130 pulsazioni a riposo, insomma stanco e molto debole, e dato che avevo un leggero raffrddore pensavo che fosse dovuto a questo. Per farla breve mi recai verso la fine del mese al prontosoccoro perchè i sintomi perduravano e li mi furono fatti subito elettrocaridogramma che risultò anomlo e controllo della pressione che era molto alta 180-130 cosi come le pulsazioni 130-140 battiti, decisero quindi di ricoverarmi di urgenza, e mi sottoposero nei giorni a seguire a molti esami, sia ematochimici che strumentali. Gli ematochimici erano normali, cosi come quelli ormonali, ma l' ecocuore era deltutto anomalo, vi è era grave scompenso cardiaco, frazione di eiezione scesa al 28%, trombosi endoventricolare apicale, ipocinesia setto, inspessimento e dilatazione della parete venticolare che misurava 7.8 cm, insomma stavo messo davvero male, nei giorni seguenti è stata fatta una risonanza magnetica che ha evidenziato fibrosi ventricolare, è stato fatto per precauzione un coronariografia, risultata nella norma, (non fumo,non bevo, non sono diabetico), cosi la struttura si è mossa per cercare una causa virale, si sospettava miocardite, ma gli analisi furono tutti negativi, e si è arrivati alla conclusione di Cardiomiopatia dilatativa primitiva complicata da scompenso cardiaco e trombosi endoventricolare
la terapia è la seguente :
LASIX 25 mg, ore 8:00
RANIDIL 300 mg prima di colazione
CARDICOR 1.25 mg dopo colazione
CORLENTOR 7.5 mg dopo colazion
TRIATEC 2.5 mg dopo colazione
COUMADIN 5 mg ore 16:00
INSPRA ORE 18:00
CARDICOR E CORLENTROR DOPO CENA
seguo la terpia ormai da 3 mesi e va leggermente meglio ma la F.E. è fissa al 34%, si è sciolto solo il trombo, mi hanno anche riconosciuto l'invalidità civile del 74% quindi percepisco una penisiocina. Ho anche una fibrosi dei corpi cavernosi che mi ha dato deficit erettile importante, ed adesso è notevolmente peggiorato, ergo non ho più erezione spontanea mentre quella provocata è molto molto debole, diciamo inconsistente, causa la fibrosi il pene si dilata con difficoltà, i cardiologi mi hanno vietato l'uso di inibitori, insomma è un diasastro e non so che fare, ne per risolvere il problema cardiologico ne quello sessuale, ho 33 anni non ho mai fumato , ne abusato di alcoolici mai fatto uso di stupefacenti e non sono minimameente diabetico ! grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Penso che lei sia curato in maniera ineccepibile, ma data la sua giovane eta' probabilmente sarebbe opportuno, alla luce dei dati che lei riporta, pensare alla possibilita' di un trapianto di cuore.
Sicuramente gliene avranno gia' accennato
Si consulti con il suo CArdiologo.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2012
la ringrazio per la sua risposta gentilissimo dottor Cecchini, si mi hanno accennato la possibilità di un trapianto, ma mi è anche stato detto di provare questa terpia per 6 mesi, e poi decidersi il da farsi, a breve avrò un nuovo controllo, e se magari volesse essere informato riporterò i dati, purtroppo ho anche la problematica sessuale che dopo svariate visite non trova soluzione, capisco che sia importante più il cuore, ma avere questi 2 problemi a questa età demolisce piscologicamente!
Cordialità!