Utente 342XXX
salve a tutti,a seguito di un trauma penieno ho sviluppato una fibrosi circolare cioe' ad anello che crea un restringimento a clessidra ma non incurvamento.sto seguendo una terapia medica ma non noto miglioramenti anzi il bruciore del tessuto infiammato e' ancora presente anche se minore rispetto a mesi fa'.ho subito questo trauma a luglio quindi sono 9 mesi.ho fatto una eco dinamica peniena che ha riscontrato che la lesione e' di 20mm di diametro longitudinale per 17 di diametro trasversale anche se l'ho fatta a dicembre e secondo me si e' ingrandita ma potrei anche sbagliarmi.a questo punto volevo sapere che tipo di intervento chirurgico posso fare per eliminare la deformita' a clessidra e la fibrosi(domanda:non e' possibile eliminare solo la fibrosi tenendo il tessuto della tunica sottostante?).io ho letto di intervento di rimozione placca ma potrei anche sbagliarmi,inoltre dove si puo' fare,se e' convenzionato e se ci sono rischi(ho letto di qualche rischio).ho gia' provato laser,iono,onde d'urto,ecc e nessun risultato quindi a questo punto immagino la chirurgia sia l'unica soluzione.grazie cordialisaluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,le esperienze maturate Le hanno fatto comprendere la complessità del problema che non può essere risolto da fantasiose tecniche selettive,in quanto la placca é "patrimonio" delle tuniche di rivestimento che,quindi,non possono non essere interessate da un eventuale intervento chirurgico.Altro,non potendo vedere,non é possibile dire.Quanto alla possibilità di far riferimento a strutture convenzionate...dipende dalle ASL.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

la chirurgia rappresenta l'un ica soluzione possibile per un problema come lei descrive.
Si tratta di una chirurgia molto specialistica che potrebbe essere effettuata anche a livello pubblico. nella sua regione ci sono due città dove poter trovare , a livello urologico, tale soluzione. Il problema è anche di competenza dei chirurghi
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 342XXX

Iscritto dal 2014
grazie per le risposte Dottori,eventualmente in modo non chirurgico come si puo' affrontare tale problema?eventuali terapie,ecc...inoltre volevo chiedervi se nella vostra esperienza con i pazienti la fibrosi puo' causare bruciore,infiammazione, perche' io sono da novembre che ho bruciore nella zona della fibrosi,toccandola sento che il bruciore aumenta.tale bruciore si espande un po' in tutto l'apparato urogenitale creandomi enorme fastidio.quanto tempo piu' o meno ci vorra' affinche' questa infiammazione sparisca?grazie e cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,
la fase "infiammatoria" dolorosa della sua patologia può durare alcuni mesi.
Non esistono terapie valide e validate per risolvere il problema
cari saluti