Utente 859XXX
Gentili dottori,

premetto che ho sofferto per anni di candida, debellata con una dieta priva di zuccheri e lieviti, debellata da 4 anni. A dicembre ho iniziato ad avvertire prurito vulvare non vaginale e febbraio mi sono recata dalla ginecologa che analizzando il liquido vaginale ha detto che ero piena di cocchi!Mi ha prescritto lavanda con bicarbonato e normogin, eventualmente da ripetere....e infatti l'ho ripetuto il mese successivo...i rapporti in questo periodo sono stati dolorosi, il prurito vulvare si è risolto ma è iniziato quello vaginale. Io e il mio compagno ci siamo astenuti da rapporti poi per un mese intero.Sono stata bene per tutto il mese fino a venerdi:venerdi abbiamo avuto un rapporto, l'ingresso in vagina è stato molto doloroso, avevo la sensazione che il pene mi graffiasse fortemente all'interno...terminato il rapporto mi sentivo gonfia e circa un'ora dopo sono arrivate le mestruazioni.Il bruciore vaginale è durato tutti questi giorni, oggi sembra essersi alleviato....ma sento di non riuscire ad avere rapporti!scrivo in dermatologia perchè penso, date le mie esperienze passate con la candida, che si tratti del ph vaginale alterato. Volevo sapere se secondo voi può essere utile una lavanda con il bicarbonato e iniziare di nuovo con il normogin...posso già iniziare oggi anche se ho ancora perdite di sangue mestruale?...in alternativa potreste suggerirmi dei trattamenti efficaci per ripristinare il corretto ph vaginale e riuscire ad avere di nuovo una vita sessuale serena?
La ginecologa mi ha detto che devo sistemare l'intestino, ma al momento sembra impossibile, ho un colon irritabile che non mi permette di mangiare verdure perchè mi causano forte diarrea, sono sotto peso, l'ultimo gastroenterologo che ho visto mi ha detto che il mio ibm è pari 16....ora sto prendendo la spirulina, che un pò aiuta,ma niente di soddisfacente davvero....
Vi ringrazio in anticipo...

Cordialmente
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le PZ
Meglio partire da una diagnosi accurata e successivamente dare terapie il più possibili causali.Farei un tampone per stabilire se di candidosi si tratta e non farei per il momento lavande con il bicarbonato, che da uno shock di pH.
Utile la genitoscopia.
Faccia rivalutare il quadro al suo curante,ed eviti il fai da te.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 859XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille dottore,

abbiamo fortunatamente già fatto il tampone e la candida era già stata esclusa!
In ogni caso ho già sentito la ginecologa che mi ha detto di fare la lavanda e poi una settimana di normogin....ora sono apposto, non ho più bruciori nè dolore durante i rapporti!

La ringrazio ancora tanto

Buona serata....