Utente 741XXX
Gentili Dottori,

Vi scrivo per avere un Vostro parere.
La domanda può sembrare molto semplice: è possibile che un soggetto sia allergico alla calce? Nel caso, come è possibile scoprirlo (ci sono test particolari)?

In pratica, un mio amico (32 anni) soffre di asma allergica (certificato, anche con esenzione). L'asma è causato da ingestione di alimenti, quali crostacei. Inoltre, ha problemi di allergia ai pollini.

Da un paio d'anni ha problemi gastrici (ulcere - tra l'altro mangiando magro: tacchino ai ferri, pasta con olio extravergine e pane azzimo- e gli è stata scoperta un'ernia iatale).
L'alimentazione così limitata è dovuta all'impossibilità di mangiare molti alimenti, compresi frutta, verdura, riso..... (con conseguente perrdita di 20 kg in due anni)
Arrivo al nesso con la calce. I suoi problemi sono iniziati (si sono acuiti?) in occasione di lavori fatti in casa. La stanza dove erano in corso i lavori era diventata invivibile. Una volta terminati i lavori, e asciugati i muri, la situazione è migliorata (ma non passata).

Ora il problema si è ripresentato di nuovo, in occasione dei lavori fatti in una stanza nella casa al mare (i problemi respiratori sono limitati a quella stanza). E si ripresentano ogni volta che passa vicino a qualche casa in costruzione...

Per questo ci è venuto il dubbio potesse essere allergia alla calce...
Che cosa ne pensate?

Nel ringraziarVi anticipatamente per l'attenzione, porgo i miei più cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
32% attività
20% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Gentile Utente, il test, per scoprire se si è allergici alla calce o meglio ai componenti accessori e cioè i sali di cromo (cromati e bicromati), esiste ed è il patch test che però riguarda le allergie da contatto a tali sostanze.Nel caso del suo amico essendo presente una componente asmatica, effettuerei anche una visita Dermatologica che con la prescrizione di accertamenti, se ritenuti necessari, potrebbe individuare anche una diatesi atopica che spiegherebbe meglio tutto il corteo sintomatologico.
Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 741XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dottore,

grazie mille per la risposta.

Mi scusi per l'ignoranza: ma la visita dermatologica non sarebbe necessaria se ci fossero sintomi in tale senso?
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Benini
32% attività
20% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Per quanto riguarda i sintomi potrebbero essere ritenuti non significativi dal suo amico(vedi eczemi fugaci a cui non è stato dato mai peso) ma rivestire estrema importanza per il Dermatologo(ma soprattutto per il suo amico) che lo visiterà portando ad una diagnosi.
Cari saluti
[#4] dopo  
Utente 741XXX

Iscritto dal 2008
Grazie ancora per la tempestività!

Consiglierò immediatamente al mio amico di effettuare una visita dermatologica.
(effettivamente gli eczemi sono presenti. Di solito accentuati dopo l'ingestione di formaggio. Dal test, è risultato altamente intollerante al lattosio)
[#5] dopo  
Dr. Alessandro Benini
32% attività
20% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Come sospettato,pertanto il consiglio che darà al suo amico è quello giusto.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 741XXX

Iscritto dal 2008
Ho parlato con il mio amico, consigliandogli la visita dermatologica.
Innanzitutto La ringrazia.

Inoltre mi ha spiegato che quando era più piccolo il dermatologo gli aveva diagnosticato "solamente" una dermatite atopica, non prestando molta importanza al suo caso (bisogna dire che in quel momento non aveva gli stessi problemi che ha ora).

Quale sarebbe la differenza tra la dermatite atopica e la diatesi?
Se non ho capito male, leggendo superficialmente, la diatesi ha predisposizione genetica.
E se è così, le cure conterrebbero solo il problema o si arriverebbe a superare la malattia?

Grazie (e scusi ancora la mia superficialità! Lei è il primo che gli apre questa via: finora i medici incontrati hanno indagato i problemi gastro-intestinali e eventuali patologie allergiche.)
[#7] dopo  
Dr. Alessandro Benini
32% attività
20% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Diatesi vuol dire predisposizione geneticamente determinata ad andare incontro ( e non e detto che ciò avvenga) allo sviluppo di allergie alivello cutaneo delle mucosa rino congiuntivale e dell'apparato respiratorio.Dermatite atopica è la manifestazione cutanea di ciò.Il tuuto curabile ma non guaribile(non vuol dire che anche per tutto il resto della vita possa stare bene, senza avere problemi anche se la predisposizione rimane)
Cari saluti
[#8] dopo  
Utente 741XXX

Iscritto dal 2008
Grazie ancora!
Cari saluti