Utente 198XXX
Salve a tutti sono una ragazza ventenne che soffre di disturbi addominali dall'età dello sviluppo ed il mio caso è atipico. Ho sempre avuto un ciclo irregolare e mi veniva ogni 19/20 giorni, dunque polimenorrea... con dolori forti durante i primi 2 giorni. In seguito ai primi rapporti, dopo ecografie, prelievi ed esami vari tutto ok mi è stata prescritta una cura contraccettiva per regolarizzare. ( pillola Diane, Loette, Klaira, Zoely) tutte cure convenzionali che ho sospeso perché mi facevano stare male! Anche dopo diversi mesi mi davano sintomi quali, dolori in tutto l'addome da sopra a sotto a dietro la schena, forti gonfiori e crampi dopo mangiato, giramenti di testa, forti nausee, tutto questo nei giorni normali, fino ai giorni del ciclo in cui stavo quasi meglio per assurdo.Dunque per regolarizzare il ciclo io stavo male tutti i benedetti giorni.Ho sospeso l'ultima da due settimane circa e mi ha lasciato delle sorpresine come senso di vuoto perenne e dolori nella fascia dello stomaco/scapole che sento ogni giorno (sono nel periodo ovulatorio credo) I dolori durante l'ovulazione io non li avevo mai avuti prima di cominciare i contraccettivi! Ho assunto anche integratori quali inofert e redestop ma mi davano disturbi e dolori lo stesso.Dunque io non mi arrendo poiché stò male tutti i giorni e chiedo quindi se per la mia situazione ci potrebbe essere una cura NATURALE o OMEOPATICA, FITOTERAPICA che possa dare sollievo ai miei disturbi e guarirli soprattutto.(Ho ovaio sinistro micropolicistico)

Grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Sandro Morelli
28% attività
8% attualità
16% socialità
VELLETRI (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Cara ragazza, una cura oemopatica prescritta da un bravo medico sarà in grado di regolarizzare i suoi disturbi mestruali. Deve essere comumque fatta una approfondita visita, un'ecografia pelvica e se neccessario anche esami ormonali. In molte persone gli anticoncezionali provocano disturbi anche pericolosi. Per cui il campanello d'allarme è stato esaustivo da parte del suo organismo.