Utente 343XXX
Buongiorno
vi scrivo da Milano per chiedere cortesemente un chiarimento:ho 47 anni e lamento una difficolta' a mantenere (non a raggiungere) l'erezione: a tale scopo ho effettuato anche un esame "...peniodinamico...??? "(chiedo scusa ma non ricordo bene il nome ma e' l'esame effettuato a seguito di una iniezione nel pene ) a seguito del quale e' stata riscontrata una problematica rappresentata da una occlusione di entita' lieve.Il medico mi ha prescritto :da un minimo di 2 mesi ad un massimo di 4 mesi :yocon da 5 mg (mezza pasticca per tre volte al giorno ) associato ad una pasticca al giorno di cyalis da 5 mg.
Le mie domande sono le seguenti:la piu' importante e preoccupante :
1) Come effetto collaterale divento molto arrossato in viso quasi sempre:questo puo' comportare problemi oppure e' un effetto collaterale innoquo per la mia salute?
2)Perche' lo yocon non si vende in italia (infatti l'ho fatto acquistare da un parente all'estero)?
3)L'uso di cyalis per 2/4 mesi mi puo' creare problemi al cuore?
4)Questa terapia e' valida secondo voi?
5) Se e' valida vuol dire che risolve definitivamente il problema esposto in precedenza oppure sara' solo una soluzione temporanea?
Grazie mille per il vostro prezioso aiuto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
1) Innocuo
2) lo yoccon è yohimbina cloroidrato che in italia può essere preparato con ricetta magistrale del collega e farmacista esperto in galenici.
3) No
4) se psicogeno il problema erettile è valida,
5) Vediamo che succede: a volti sì a volte no.
[#2] dopo  
Utente 343XXX

Iscritto dal 2014
Gentilissimo Dr Cavallini,
grazie per le sue risposte ma , in pratica , se ho capito bene ,cio' vuol dire che tale terapia non e' valida per risolvere un problema di "occlusione di entita' lieve" ( che impedisce di mantenere una perfetta erezione ) ma la terapia ha effetto solamente se il problema e' psicogeno e non fisico?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ha capito alla perfezione poi, oltre alle corrette indicazioni ricevute dai collega Cavallini, che mi ha preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html ,

http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile .

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 343XXX

Iscritto dal 2014
Grazie Dottore per la sua risposta;ho letto gli interessanti articoli che mi ha segnalato ma non ho compreso bene un paio di cose:
1) Come si cura ( SE SI CURA!!! ??? ) il problema di "occlusione di entita' lieve" ( che impedisce di mantenere una perfetta erezione ) ???? OPPURE E' INCURABILE?
2) Io ho un livello di testosterone molto basso ( il minimo dei valori) ed alti valori di colesterolo e trigliceridi , oltre ad essere in sovrappeso e fare una vita molto stressata.( se serve posso inviare i valori precisi ). Il mio medico mi detto ( se ho capito bene ) che il livello del testosterone e' relativo in quanto varia ogni 20 minuti... ma , non capisco:il testosterone basso centra con la tenuta dell' erezione oppure no ?
Il desiderio e' sempre altissimo ma spesso la tenuta dell'erezione e' altalenante.
Quali consigli puo' darmi?
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Occlusione di lieve entità non significa che il problema erettile sia legato all' occlusione, potrebbe essere l' occlusione non significativa, e il deficit erettivo essere mantenuto da ansia. Ma questo lo sa il collega che la ha visitata, non noi da qua. Il testosterone è ai limiti inferiori (ma entro il range) negli ansiosi, e quindi ci sta con terapia, nel sovrappeso (e ci siamo). per cui sport, che svcarica anche l' ansia.