Utente 229XXX
Buonasera,
Ho consultato due medici omeopati.
-Il primo mi ha prescritto un solo rimedio da somministrare per 2/3 mesi dicendo che avrei risolto i mie problemi senza quindi più ritornare (ho iniziato dunque la cura da tre settimane)
-Il secondo mi ha dato quattro rimedi per ogni singolo problema, per un mese, dicendomi di aggiornarlo alla fine della breve terapia.
Mi chiedevo cosa può accadere se associo le due terapie.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Bova
36% attività
12% attualità
12% socialità
DESENZANO DEL GARDA (BS)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Sarà il caso scegliere da chi dei due omeopati farsi seguire. Hanno due approcci diversi: il primo è unicista visto che le ha prescritto un solo rimedio. Il secondo usa l'associazione tra più rimedi. Associando i. due trattamenti le risposte dell'organismo sarebbero caotiche, avvenendo la guarigione con modalità diverse. Decida quindi che fare.
Dr. Giuseppe Bova
[#2] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la gentile risposta Dr. Bova,

-la terapia con il rimedio "unico" l'ho già iniziata da un mesetto, in verità, infatti sto aspettando l'eventuale efficacia.
se il "rimedio unico" dovesse funzionare, dovrei prendere solo quello per sempre? Senza aggiungere altri rimedi?

-Il secondo omeopata mi voleva far fare anche una cura per drenaggio, poichè mi ha trovato un blocco emuntoriale significativo (e moltissime intolleranze alimentari) avendo letto un test EAV fatto precedentemente da altro specialista.
Per questo motivo sono indeciso se iniziare (magari tra qualche settimana ancora) "solo" il rimedio per drenare il corpo (rimedio che ho già acquistato)
Potrei aggiungere quindi,successivamente, il rimedio per aiutare a drenare il corpo?

Grazie ancora

Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Bova
36% attività
12% attualità
12% socialità
DESENZANO DEL GARDA (BS)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Il drenaggio è sempre utile e spesso sblocca l'azione del rimedio prescritto. L'alimentazione sarà adeguata all'intolleranza individuata. Avendo iniziato il rimedio da 1 mese aspetti ancora un mese e poi contatti il primo omeopata comunicandogli la sua situazione clinica. Cordiali saluti.
dr. Giuseppe Bova
[#4] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Grazie Dottore
Infatti aspetterò ancora il miglioramento. Con l’alimentazione sto provvedendo (anche se non ancora in maniera drastica).
L’omeopata unicista mi ha anche suggerito di mangiare più “semi oleosi”, l’unico problema è che sono risultato fortemente intollerante anche alla frutta secca al Test EAV e mi ha detto di utilizzare quindi i semi “biologici”.
Se sono intollerante ad una serie di alimenti, perché quelli "Bio" potrebbero andare bene? Sono un po’ perplesso su questo e non riesco a trovarne una logica.

Ne approfitto Dottore Bova per augurarle Buona Pasqua

Grazie infinite
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Bova
36% attività
12% attualità
12% socialità
DESENZANO DEL GARDA (BS)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Se ha ipersensibilità ai semi oleosi usi pure gli integratori derivati da olio di pesce, ricchi in acidi omega 3, derivati da Trigliceridi. Chieda al farmacista un prodotto Certificato Ifos. Tra i miei compiti non risulta la possibilità di consigliare il nome commerciale del prodotto. Per il resto deciderà a chi rivolgersi tra i 2 omeopati. Le Ricambio gli auguri.
Dr G. Bova
[#6] dopo  
Utente 229XXX

Iscritto dal 2011
Grazie Dottore,
è stato fin troppo gentile, ormai cerco di ultimare la terapia del primo omeopata e vedo come và.

Se ha piacere, le faccio sapere.

Lieto di averla conosciuta.

Non mi resta che augurarle Buon Lunedì dell'Angelo

Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Giuseppe Bova
36% attività
12% attualità
12% socialità
DESENZANO DEL GARDA (BS)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Certo.

La saluto cordialmente.