Utente 420XXX
Buongiorno,
mio padre ha 66 anni e da un semplice intervento all'ulcera si e' trovato con un tumore enorme allo stomaco e al pancreas e infinite complicazioni (emorragie allo stomaco provocate da non si sa dove, by pass alimentare che non funziona, difficolta' a semplici movimenti come sedersi etc..) che lo portano due giorni fa ad avere un infarto. da quel giorno la sua capacita' di linguaggio e' peggiorata visibilmente, non riesce a scandire le parole, dice frasi senza senso e sostiene argomentazioni fuori da ogni logica. Sono spaventata e i medici dell'ospedale a cui mi sono affidata non sanno mai dirmi altro che "signorina suo padre ha un tumore". Ora, dato che il problema principale e' il suo cuore che non funziona correttamente vorrei sapere se davvero dipende dal tumore e se questi disturbi di linguaggio derivano da quello e se sono risolvibili.
Vi ringrazio infinitamente
Claudia

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Aniello Ascione
24% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile Signora,
capisco il difficile momento che Lei e Suo Padre state passando.Da quello che scrive,pare verosimile che Suo padre abbia avuto un'ischemia cerebrale,forse conseguenza dell'infarto miocardico.Purtroppo,le notizie riportate non sono sufficienti a poter esprimere un giudizio accurato
Rimango in attesa di eventuali notizie.
Saluti cordiali
[#2] dopo  
Utente 420XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la repentina risposta. purtroppo mio padre e' morto poche ore dopo. purtroppo ho ancora dubbi sul lavoro dei medici ma credo che pensarci sia una tortura inutile. avrei preferito ci fosse accanto un medico come Lei che ascolta e si preoccupa per i pazienti e la famiglia.
La ringrazio ancora

Claudia