Utente 207XXX
Gentili medici, da un po' di tempo mi sono accorta che il mio bimbo di 2 anni, tiene le caviglie, (soprattutto una ), verso l' interno del piede.Sono un po' preoccupata.. l'ho fatto vedere al pediatra ma ha detto che è presto per fare una diagnosi e che si può sistemare.... Voi cosa ne pensate? posso fare qualcosa?sarebbe il caso di fare una visita ortopedica?grazie mille.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Antonio Valassina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La deambulazione in intrarotazione e' molto frequente in eta' infantile. Dipende dalla posizione del collo del femore (antiverso) che influisce durante il ciclo del passo su tutto l'arto fino al piede che appare intraruotato, ma in realta' non lo e'. In genere tende a scomparire spontaneamente con il passare degli anni e la maturazione scheletrica. In alcuni casi puo' essere segno di una malformazione dell'anca oppure del femore oppure della tibia. La valutazione spetta al suo ortopedico curante.
Qui le suggerisco una piccola serie di test per verificare se la rotazione e' reale (anatomia deformata) o apparente (atteggiamento funzionale).
1) Faccia camminare il bambino con le scarpe che indossa normalmente
a) osservare se intraruota sempre o solo in alcuni passi
b) levare le scarpe e ripetere il test: di solito l'intrarotazione funzionale si riduce e quella strutturale si mantiene;
2) Faccia correre il bambino; spontaneamente durante la corsa il piede tende a ruotare all'esterno per migliorare l'appoggio al suolo e la spinta: nelle forme funzionali il bambino correggera' l'intrarotazione spontaneamente, se, invece, correra' con le punte dei piedi all'interno allora sara' probabilmente portatore di una vera deformazione.
3) Metta il bambino seduto su un tavolo con le gambe fuori e le ginocchia flesse a 90' e con i piedi sostenuti dalle sue mani ad angolo retto:
a) se il piede si presenta frontale (diritto) siamo nella norma; se il piede si presenta in intrarotazione allora e' possibile che si tratti di una intrarotazione tibiale;
b) estenda il ginocchio: se intraruota dipende dal femore e non dalla tibia.

Queste semplici manovre le consentiranno di verificare gia' da sola se esiste un problema strutturale (deformita' su basi anatomiche) oppure se si tratta solo di un atteggiamento funzionale che si risolvera' con la crescita.
Esistono, ovviamente, altri test, ma sono piu' complessi e solo il suo ortopedico li potra' effettuare per la diagnosi differenziale tra antiversione eccessiva del collo del femore, intrarotazione femorale ppure intrarotazione della tibia oppure ancora intrarotazione del piede (o meglio varismo dell'avampiede...).
Cordialita'
Dr. A. Valassina
[#2] dopo  
Utente 207XXX

Iscritto dal 2011
anche se in ritardo, La ringrazio per la Sua cortese risposta.
Il bimbo si presentava podalico alla nascita, quindi abbiamo anche fatto un ecografia alle anche quando aveva circa un mese , e risultava tutto nella norma.
ho provato ad osservare ,come dice Lei in varie posizioni, ma non è facile capire bene. Fatto sta che quando il bimbo è fermo, a piedi nudi, la caviglia sinistra e il lato interno del piede appaiono orientatati piu in fuori rispetto l' altro piede,(come se il peso della gamba non appoggia uniformemente su tutta la pianta del piede,ma solo da un lato).e anche i ditini(di quella gamba),a parte il pollice, sono girati piu verso l'esterno.
spero che mi sono spiegata.....grazie