Utente 334XXX
Buonasera.

Qualche anno fa, nel 2009 credo, in seguito a spermiogramma, mi è stato diagnosticato un oligospermia.Ora non trovo più le risposte al test, ma ricordo che l' andrologo mi disse esplicitamente che se non prendevo determinati farmaci, sarei rimasto in quello stato.
Non cercando figli a quel tempo, lasciai perdere.
Oggi un amico, col medesimo problema, fresco di visita andrologica, mi ha riferito che chi è affetto da tale disturbo, ha un rischio 3 volte superiore di contrarre cancro ai testicoli.Volevo saper se è vero?
Ripetendo lo spermiogramma, posso rivolgermi a un andrologo per correggere tale disturbo?
I farmaci hanno effetti collaterali?
In quanto tempo potrei risolvere questa situazione?
Ringrazio sentitamente.

Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

pone delle domande senza neppure indicarci o accennare con quale problema del suo liquido seminale ci troviamo a discutere, tranne il termine oligozoospermia che da solo poco ci dice.

Senta ora un bravo andrologo, esperto in patologia della riproduzione umana, e con lui studi il percorso diagnostico e terapeutico da seguire che parte sempre da un esame del liquido seminale, rifatto in laboratorio dedicato.

Se desidera comunque avere altre informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna un’infertilità di coppia, può leggere anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl’indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/660-miti-realta-maschio-infertile.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-vita-ed-infertilita.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1446-antiossidanti-radicali-liberi-fertilita-maschile.html .

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Utente 334XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera.
Quest' oggi, per controllo, ho eseguito una ecografia allo scroto.
Nello specifico, il referto dice:
NORMALI MORFOSTRUTTURE DEI DIDIMI ED EPIDIDIMI.
NORMALE LO SPESSORE DELLE BORSE.
NON IDROCELE.
A SINISTRA SI SEGNALA VARICOCELE DI MEDIO-ALTO GRADO CON DIAMETRO MASSIMO DI 3.5mm E PRESENZA DI REFLUSSO DURANTE LA MANOVRA DI VALSALVA.
Il medico ecografista mi ha consigliato di farmi visitare da un andrologo, perchè molto probabilmente si dovrà optare per un intervento chirurgico, ma sarà l' andrologo a valutare tale opzione.
Un po mi preoccupa la cosa.
Volevo sapere se questo varicocele può essere la causa della mia infertilità, e in cosa consiste tale intervento.
Ringrazio.
Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se desidera avere informazioni più dettagliate su questo particolare ma complesso tema andrologico, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo da me pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html .

Un cordiale saluto.