Utente 104XXX
Gentili Medici, mio marito di anni 37 ha eseguito visita urologica completa di ecografia testicolare, spermiogramma, spermiocoltura e tampone uretrale, il referto è soggetto sano (no varicocele). Da due anni cerchiamo una gravidanza e la mia situazione è del tutto nella norma (età 31, cicli ok, tamponi ok, dosaggi ok) non ho eseguito esame tube.
Alla vista dell'esame del liquido di mio marito la ginecologa e l'uro/andrologo sostengono che l'unico rimedio sia fare la fivet in quanto non esiste cura per la diagnosi di astenoteratozoospermia severa sine causa (dalla coltura è emerso ureaplasma, dosaggi fsh, testosterone, prolattina etc tutti in regola) con forme difettose nel tratto intermedio e motilità rettilinea inferiore ai valori normali, vitalità e numero sono invece buoni. Vi chiedo se effettivamente le cure con integratori e simili lasciano il tempo che trovano come ci viene riferito o magari si può tentare una cura visto che la fivet non rientra tra le nostre soluzioni.Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

premesso che ogni esame andrebbe valutato singolarmente per valutarne l'attendibilità, almeno ci sottoponga l'esame seminale di suo marito oltre ai valori ormonali.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Scusate i dati incompleti: astinenza 7gg
Presenza coagulo: no
Liquefazione completa: si dopo 30 minuti
Viscosità normale
Aspetto lattescente
Volume 3ml
Reazione 8 ph
Leucociti rari
Nr. Nemaspermi totale: 160x10*6
Vitali 60%
Normali 55%
Atipiche 45%
Anomalie testa 20%
Anomalie tratto intermedio 15%
Anomalie coda 5%
Residuo citoplasmatico 5%
Motilità dopo 60'/120'/180':
Progressiva rettilinea rapida 25%/20%/15%
Progressiva rettilinea lenta 20%/15%/10%
Motilità non progressiva 20%/25%/30%
Immobili 35%/40%/45%
Questo esame è il primo fatto un anno fa, il secondo referto lo ritireremo mercoledì ma so che la diagnosi è stata astenoteratozoospermia severa, con qualche dato peggiore di questi.
[#3] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Valori ormonali:
FSH 4,8
LH 4,6
TESTOSTERONE 659
PROGESTERONE 0,29
PROLATTINA 8,1
[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

come sospettavo c'è qualcosa che non mi convince, primo fra tutti i dosaggi ormonali richiesti, infatti il progesterone si chiede alle donne, nell'uomo è indosabile; l'esame seminale non presenta nessuna astenozoospermia, ma anzi è ampiamente nella norma, ovviamente attenendosi ai criteri WHO 2010. Si consulti con professionisti competenti e se poi avesse bisogno ci faccia sapere.

Ancora cordialità
[#5] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per il suo cortese parere, a giorni dopo nuovo consulto ginecologico (non abbiamo ritenuto corretto fidarci del primo che ad inizio percorso ci offre fivet come unica chance) invierò anche gli esiti del nuovo esame del liquido che purtroppo non sono ancora in ns mani. La prolattina si è eseguita per errore di trascrizione, in realtà non l'aveva richiesta il medico. Purtroppo di fatto persistono 24 mesi di cicli puntualissimi. Ancora grazie.
[#6] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Bene, quando lo desidera ci invii i nuovi esami.

Ancora cordialità
[#7] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
Gentili Medici, la situazione aggiornata è la seguente: - ritirato risultato spermiogramma e visita che così riporta: Alla valutazione clinica ed ecografica (ECD) odierna normale androgenizzazione ed espressione dei caratteri sessuali; minimo idrocele sub-clinico bilaterale; testicoli di normale trofismo ed ecostruttura ghiandolare; normale vascolarizzazione parenchimale, indagata con ecopowerdoppler ad alta sensibilità. Epididimi di normale volume ed ecostruttura discretamente disomogenea. In ortostatismo, nei limiti della norma la continenza venosa testicolare bilaterale, caratterizzata da ectasie venose funicolari, interessate da reflusso evocabile a sinistra, scarsamente significativo. All'ecografia sovra-pubica, prostata di normale ecostruttura, in assenza di lesioni cistiche displasiche; vescicole seminali di normali dimensioni ed ecostruttura. ESAME DEL LIQUIDO SEMINALE:
Prelevamento: ipsazione
Aspetto: normale
Coagulazione: normale
Fluidificazione: normale
Viscosità: normale
Astinenza gg: 4
Reazione ph: 7,8
Volume ml: 2,5
Nemaspermi/mm3: 46.000
Numero Totale: 115.000.000

Motilità normale % dopo fluidificazione 5 - I ora 5 - II ora 5
ipocinetica % dopo fluidificazione 30 - I ora 30 - II ora 20
discinetica % dopo fluid. 30 - I ora 30 - II ora 25
assente % dopo fluid. 35 - I ora 35 - II ora 50

Morfocitologia: elevata percentuale di nemaspermi morfologicamente alterati a livello del pezzo intermedio, come da residui citoplasmatici o fenomeni da autoanticorpi (forme normali 10%). Normale concentrazione di elementi cellulari rotondi, prevalentemente pertinenti alla linea germinale.

Commento: severa astenoteratozoospermia.

Mio marito sta assumento Genadis buste.

Alla luce di questo risultato abbiamo richiesto nuovo consulto ginecologico presso altro specialista e mio marito ha eseguito tampone uretrale e spermiocoltura, il tampone negativo ma nella spermiocoltura è emerso: presenza di Ureaplasma Urealyticum (10*5 ufc/ml). Dopo l'assunzione dell'antibiotico Macladin 500 abbiamo avuto un rapporto completo, successivamente ho effettuato tampone per prenotare isterosalpingografia e il mio tampone perfetto, tutto negativo. Mio marito esegue spermiocoltura di controllo dopo più di 15 gg dall'assunzione dell'antibiotico e ...sorpresa: Ureaplasma Urealyticum positivo - Crescita di 5-20 colonie di Mycoplasma su Mycoplasma Agar A7 Positivo. Insomma i batteri aumentano dopo l'antibiotico???? Ho eseguito martedì l'isterosalpingografia, nonostante il dr. fosse scettico sul fatto che io sia immune dai batteri di mio marito, esito isterosalpingografia: Cavità uterina di normale morfo-volumetria, omogeneamente opacizzata. Tube ben iniettate, a decorso contorto e, in parte, "raccolte" prossimalmente agli osti tubarici. Buono lo spandimento extratubarico del mezzo opaco, bilateralmente.

A seguito dell'esame mi accorco di aver eliminato un tappo mucoso e stamani riscontro muco ovulatorio misto a piccoli grumi di muco denso.

Nel chiedere se questo muco può essere frutto di una "pulizia" delle mie tube e e se anche il prossimo mese possiamo usufruire di questo effetto "detergente" delle tube, vorrei sapere se, dal momento che sono sotto copertura antibiotica (augmentin per sottopormi all'indagine) e che già precedentemente non ho contratto i batteri di mio marito, e che la mia ovulazione oggi è al picco, sia possibile avere un rapporto completo o è comunque sconsigliato avere rapporti come ci è stato detto per non contagiarmi.
Io confidavo in questo esame proprio perchè ho sentito parlare della pulizia che fa e del fatto che le probabilità di avere una gravidanza siano maggiori.
Se a Vs. parere è sconsigliato avere rapporti a causa dei batteri di mio marito mi chiedo come sia possibile che io non li abbia finora contratti o se il laboratorio ha sbagliato il mio tampone?
Sabato incontrerò il ginecologo e presumo che mio marito dovrà ripetere antibiotici e spermiocoltura fino a debellari i batteri e temo che ci vorrà del tempo di astinenza, davvero questi batteri inficiano la qualità del liquido ed eliminarli può darci maggiori risultati del mirare ad un rapporto a tube pulite?
Insomma che confusione! Vi ringrazio se potrete consigliarmi e chiarire le idee. Grazie.