Utente 152XXX
Buongiorno. Vorrei sapere che differenza c'è tra una cisti branchiale e un neurinoma del vago e quali esami fare per poter avere una diagnosi certa. E sapere anche a quale specialista affidarmi nel dubbio. Mille grazie. Antonio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Attilio Leotta
24% attività
16% attualità
12% socialità
LAMEZIA TERME (CZ)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Le cisti branchiali o cisti laterali del collo derivano per lo più dal secondo solco o dalla seconda tasca branchiale ed hanno sede nella regione laterale del collo lungo il margine anteriore del muscolo sternocleidomastoideo. Pur essendo legate ad un precoce disturbo di sviluppo,si rendono per lo più clinicamente evidenti al termine del primo decennio o più tardi. Si accrescono lentamente ma possono raggiungere dimensioni anche notevoli ed andare incontro a suppurazione o a fiscalizzazione.
Il neurinoma o Shwannoma benigno è una neoplasia abbastanza comune che può osservarsi in qualsiasi età con picco d'incidenza tra la III e la VI decade di vita.
[#2] dopo  
Dr. Attilio Leotta
24% attività
16% attualità
12% socialità
LAMEZIA TERME (CZ)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Pertanto, la cisti branchiale è una malformazione congenita mentre mentre il Neurinoma è una neoplasia benigna nei nervi periferici.
[#3] dopo  
Utente 152XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore
grazie per la risposta ma le definizioni le avrei anche potute vedere su Wikipedia.
[#4] dopo  
Dr. Attilio Leotta
24% attività
16% attualità
12% socialità
LAMEZIA TERME (CZ)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Avrebbe potuto anche farlo ma io ho cercato di rispondere alla sua richiesta che evidenziava l'esigenza di conoscere le differenze tra le 2 lesioni che certamente hanno aspetti anatomo-clinici differenti.
Infatti la diagnosi di cisti branchiale non comporta problemi presentandosi come una tumefazione ai lati del collo e che tende ad aumentare di volume- La si cura con una exeresi chirurgica.