Utente 330XXX
Buongiorno, sono un uomo di 37 anni di 180 cm x 83 kg - vita sedentaria d'ufficio con una o due nuotate la settimana.
Da molto tempo avverto dolori toracici diffusi tra l'esterno dei pettorali, le clavicole e soprattutto intorno allo sterno, e per questo in accordo con il mio medico ho eseguito nel tempo una serie di controlli cardiologici anche perché ho un lieve prolasso della valvola mitrale e la tendenza all'ipertensione e ipercolesterolemia (assumo sequacor da 1,25 1 al mattino e mezza compressa di crestor da 5 mg la sera).
Negli ultimi 3 anni ho fatto 3 ecocardio color doppler con le 3 visite cardiologiche ed ECG + 1 test da sforzo al cicloergometro nel 2013 e uno 3 mesi fa. 6 mesi fa ho anche fatto un monitoraggio holter cardiaco. Tutti gli esiti sino stati nei limiti, solo l'ultimo test da sforzo seppur negativo, evidenzia un'elevata pressione sistolica ai massimi carichi ( mi pare 90/240).
Alla luce di quanto sopra, gradirei avere un vostro gentile consulto per capire se i dolori toracici che ho mi devono in qualche modo preoccupare.
Se gli esami hanno dato esito negativo e a distanza di 2 mesi ho ancora disturbi, posso comunque essere tranquillo?
Ad esempio e' da 4 giorno che il tolori toracico si estende dall'area clavicolare fino a sotto lo sterno e si accentua inarcando le spalle, come se ci fosse un'infiammazione latente che si amplifica con alcuni movimenti o irrigidimenti muscolari.
Se non dovessi stare del tutto tranquillo, di quale esame ho bisogno per tagliare la testa al toro e capire che se ho quarti dolori per li posso tenere stando sereno perché non di natura cardiaca o ischemica?
Grazie grazie e ancora grazie per il prezioso lavoro che svolgete e soprattutto a chi gentilmente si farà carico della mia richiesta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Personalmente direi che può stare tranquillo....I dolori sono atipici e la negatività delle indagini strumentali eseguite ci tranquillizza.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 330XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio molto dottore per la sua risposta. Mi permetta di approfittare della sua cordiale disponibilità per chiederle un consiglio: avreiipertensione boarderline ma sono in cura da 6 anni con sequacor da 1,25 1 compressa al mattino. La mia pressione media e' 70-80 / 130-135.
Da un mesetto ho notato che di pomeriggio (da subito dopo pranzo e per un paio d'ore) ho la sistolica quasi sempre > 140/ 145.
Pensa che dovrei rivedere dopo 6 anni il dosaggio del sequacor? La diastolica e' quasi sempre < 80. Grazie mille nuovamente dottore. Un cordiale saluto
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le consiglio di leggere l'articolo http://www.medicitalia.it/minforma/cardiologia/1940-ipertensione-arteriosa-prevenzione-diagnosi.html
Capirà cosa è importante fare per stabilire se la pressione arteriosa è ben controllata o meno .
Cordialmente