Utente 289XXX
Nel misurare la pressione arteriosa con strumenti differenti ho notato alcune (costanti) differenze, in particolare in riferimento alla pressione diastolica.
Con un misuratore tradizionale (Welch-Allyn, non digitale), spesso, quando la linea scende sotto i 90, il segnale acustico si perde, per poi ricomparire attorno agli 80 (se "cerco" la minima nel processo di gonfiaggio, ne rilevo i primi colpi attorno ad 80). Attribuendo tale disfunzione allo strumento che ormai è in casa da più di 10 anni, ho provato ad utilizzarne uno digitale (Pic). I valori sistolici corrispondono (per la precisione quello digitale la misura un po' più alta); mentre i valori diastolici, col digitale, sono decisamente inferiori: a fronte di 120/90 col manuale, trovo 125/75 col digitale.
Nell'incertezza, ho provato un misuratore digitale unanimemente ritenuto più affidabile (Omron): le misurazioni effettuate con quest'ultimo sono sovrapponibili a quelle effettuate con l'altro apparecchio digitale.
Il problema è di sostanza: se misuro col manuale, ho la minima tendenzialmente alta/ se misuro col digitale, invece, trovo valori ottimali (mediamente attorno ai 75). Un ulteriore elemento: dopo aver salito le scale o fatto altri sforzi, perciò in concomitanza con un innalzamento dei valori pressori, i risultati sono sovrapponibili per tutti e tre. E' come se per valori pressori alti, gli apparecchi diano più o meno gli stessi valori, mentre in condizioni di riposo no.
Avreste dei suggerimenti?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le sconsiglio di misurarsi la pressione con gli apparecchi tradizionali, poichè può essere falsata sia da un non corretto rilevamento (non dimentichi che lei non è un medico) sia perchè questo può influenzare negativamente i valori pressori. usi puri un buon apparecchio digitale.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la risposta.
Io credevo che dipendesse da una rilevazione diversa: quello tradizionale dipendendo dalla trasmissione di un suono, mentre quello digitale dalla rilevazione, credo, delle oscillazioni.
Grazie del consiglio. Tra i digitali (consapevole della difficoltà di indicare una marca) quali caratteristiche dovrebbero avere gli apparecchi?