Utente 343XXX
Buonasera, a fine febbraio sono involontariamente caduto e ho riportato la lussazione del dito destro che si se stortato verso ila parte del mignolo. Istintivamente sul momento me lo sono raddrizzato e come conferma la lastra è stato fortunatamente rimesso in asse. All inizio l ho tenuto fasciato con la benda cobain e successivamente ho iniziato un po' di fisioterapia per recuperare l estensione ma niente di che solo poche sedute. Purtroppo dopo due mesi il dito risulta con solo il 30% di mobilità rispetto a quello della mano sinistra che si estende per quasi il 120%. Oggi allora ho deciso di fare una visita con un chirurgo della mano il quale dopo avermi spiegato che probabilmente si è rotto il legamento mi ha consigliato di rifare una radiografia in quanto da quella già effettuata non si riesce a escludere una rottura. Nel caso non fosse rotto come cura mi ha proposto un infiltrazione per cercare di recuperare mobilità ed evitare interventi in sala operatoria. Quello che mi ha lasciato un po' perplesso e che mi ha escluso completamente il fatto che il dito possa tornare come una volta e che comunque per tutta la vita sarà debilitato in parte. Per esperienza l infiltrazione può essere una buona terapia per recuperare l estensione normale ed evitare di intervenire chirurgicamente? E vero che devo rassegnarmi perché comunque il dito rimarrà diverso da prima? Cosa consigliate di fare? Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

l'infiltrazione può dare un miglioramento o la scomparsa del dolore articolare, facilitando il movimento e quindi il recupero.

Se però esiste un danno importante dei legamenti, con conseguente lassità articolare residua, anche togliendo il dolore dovrebbe essere fatto un intervento.

Se non c'è lassità, dovrebbe essere suffiente gestire il dolore e iniziare una kinesiterapia più efficace di quella fatta fino ad ora.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 343XXX

Iscritto dal 2014
Egr dott. Solitamente lei la consiglia come terapia prima di un ipotetico intervento? Per capire il danno ai legamenti presumo occorra una risonanza oppure si può anche capire dalla reazione del dito in seguito all infiltrazione? Con una buona riabilitazione potrà tornate come prima considerando che ho 30 anni? Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Dovrebbe essere sufficiente una visita, facendo le manovre di "stress" articolare.

Se non c'è lassità, dovrebbe tornare tutto nella norma con la riabilitazione.