Utente 589XXX
Gentili dottori. Ho 26 anni. Ho eseguito la scorsa settimana uno spermiogramma con esito infausto. Premetto che è stato eseguito da un centro non specializzato, senza riportare valori numerici ma solo una descrizione sommaria che riporto: “all’esame microscopico di evidenzia un numero di nemaspermi < 2.000.000 /ml, immobili nella quasi totalità e con scarsa vitalità. Alto il numero di atipie. Si repertano inoltre rare forme immature e rari leucociti”. Ciò che comunque mi ha spinto a eseguire questo esame è stato il riscontro di un varicocele sx di I grado e un cambiamento dell’aspetto dello sperma, acquoso e di color avorio, avvenuto negli ultimi anni, che necessita di almeno 5 giorni di astinenza per raggiungere una quantità accettabile, ma comunque prevalentemente trasparente con una quantità più solida solo parziale. Oggi alla visita specialista del mio andrologo di fiducia mi è stata categoricamente esclusa l’imputabilità di un quadro così catastrofico a cause fisiche come un varicocele di così lieve entità, prostatiti o altre cause desumibili dalla visita clinica. Prescrivendomi le analisi per FSH – LH – PRL e Testosterone, l’andrologo mi ha prospettato come causa del risultato di quello spermiogramma, la masturbazione compulsiva e prolungata anche per ore tutti i giorni, che prosegue ormai da anni, invitandomi a ripetere lo spermiogramma e la spermicoltura in un centro qualificato, fra 45 giorni di totale astinenza. Anche dalla vostra esperienza vorrei sapere se una masturbazione ostinata e frequentissima e prolungata nel tempo può determinare un esaurimento delle riserve di spermatozoi, e se è plausibile ripristinare aspetto e valori migliori con questi tempi di astinenza. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,condivido le indicazioni poste dallo specialista di riferimento e,quindi,
in attesa di valutarne gli esiti diagnostici,la inviterei a seguirle pedissequamente. Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 589XXX

Iscritto dal 2008
Buonasera dottore. RingraziandoLa per la risposta del 23 aprile u.s., riguardante l'oligospermia, Le riferisco i dati delle analisi del sangue che ho eseguito ieri:

LH (ORMONE LUTEINICO): 2.9

FSH (ORMONE FOLLICOLO STIMOLANTE) (FOLLITROPINA): 6.5

PROLATTINA: 15.1

TESTOSTERONE: 15.00

In attesa di contattare il mese prossimo il mio andrologo per ripetere lo spermiogramma, gradirei sapere da Lei qual è il significato di questi valori, cosa indicano. Se ciò riguarda la produzione degli spermatozoi, la funzionalità dei testicoli, etc, anche in riferimento a quanto esposto nel mio quesito. Inoltre Le comunico che dall'ecocolordoppler eeguito nei giorni scorsi, risulta un quadro invariato rispetto all'ultimo controllo. Nulla di patologico da evidenziare: unica differenza è il varicocele, non più di 1° grado ma tra il 1° e il 2°, comunque più tendente al 1°. La ringrazio anticipatamente.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...gli esami rientrano nel range norlale e non offrono indicazioni diagnostiche significative.Il varicocele,specie se minimo,non si aggrava.Cordialita '
[#4] dopo  
Utente 589XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore, La aggiorno sui risultati del nuovo spermiogramma + spermiocoltura

ASTINENZA 5gg
ASPETTO: proprio
VOLUME 3.5 ml
VISCOSITA': nei limiti
FLUIDIFICAZIONE: fisiologica
pH 7.9

CONCENTRAZIONE SPERMATOZOI
Concentrazione/ml 7.500.000 [valore riferimento > 15.000.000]
Totale per eiaculato: 26.250.000 [valore riferimento > 39.000.000]

STUDIO DELLA MOTILITA' DEGLI SPERMATOZOI

Alla seconda ora

MOTILITA' PROGRESSIVA: 20% [valore riferimento > 32%]
a) Rettilinea veloce: 0
b) Rettilinea lenta: 10%
c) Discinetica: 10%

MOTILITA' TOTALE: 30% [valore riferimento > 40%]
IMMOBILI: 70%

Alla quarta ora

MOTILITA' PROGRESSIVA: 20%
MOTILITA' TOTALE: 25%
IMMOBILI: 75%

MORFOLOGIA SPERMATOZOI

Tipici: 6 [valori riferimento: tipici > 4%]
Atipici: 94

LEUCOCITI/ml: 900.000 [valore riferimento < 1.000.000]
EMAZIE: assenti
ZONE DI SPERMIOAGGLUTINAZIONE: assenti
CELLULE GERMINALI: alcune
CELLULE EPITELIALI: alcune

ESAME COLUTRALE LIQUIDO SEMINALE
Il materiale seminato su terreni specifici ha dato sviluppo di:
CARICA BATTERICA: ENTEROCOCCO FAECALIS 10.000 UFC/ML

ANTIBIOGR. LIQUIO SEMINALE

CEFUROXIME: Resistente
TRIMETHOPRIM+SULFAMETOXAZ: Resistente
CEFTAZIDIME: Resistente
AMOXICILLINA: Sensibile
CEFALOTINA: Resistente
PIPERACILLINA: Sensibile
CIPROFLOXACINA: Resistente
NORFLOXACINA: Intermedio
FOSFOMICINA: Resistente
GENTAMICINA: Resistente
DOXICICLINA: Resistente
CEFALEXINA: Resistente
AMOXICILLINA + AC. CLAVULANICO: Sensibile
CEFIXIME: Resistente
RIFAMPICINA: Resistente
PIPERAC + TAZOBACTAM: Sensibile
VANCOMICINA: Sensibile

In attesa della visita specialistica, volevo porle in proposito alcune domande di natura generale o casistica:

1) può questo quadro essere compatibile con un varicocele di I-II grado? A parte la possibilità di ricorrere a una inseminazione medicalmente assistita (che spero sia comunque possibile con questi valori), secondo la Sua esperienza e la casistica medica, con questo quadro, una ipotetica fecondazione la definirebbe difficile, improbabile o impossibile? Sempre secondo la Sua esperienza clinica e statistica, ritiene che siano possibili delle terapie migliorative? A quanto ho capito i valori della motilità del mio spermiogramma sono di un 10% sotto il valore minimo, anche se la concentrazione è solo la metà di quella richiesta.
2) leggo sul referto che il valore di riferimento degli spermatozoi tipici deve essere maggiore del 4%. Quindi un valore del 6% può essere considerato nella norma?
3) l'enterococco faecalis può causare alterazioni dello sperma? Si può debellare con antibiotici?
4)Cosa rappresentano tutti quei valori con suffisso in -INA dell'antibiogramma? ci sono dei dati che possono destare allarme?

Grazie per l'attenzione e per la Sua professionalità. Saluti
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...il varicocele di I-II grado,in genere,non si opera.Il quadro seminale,comunque deficitario,va curato,considerati i valori nella norma dei dosaggi ormonali,prima di pensare ad eventuali fecondazioni assistite.La carica batterica della coltura é insignificante.Vista la complessità del quadro seminale,mi limiterei a seguire i consigli di un esperto andrologo che abbia il vantaggio di poterla visitare,cosa a noi interdetta.Cordialità.
[#6] dopo  
Utente 589XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore, ringraziandoLa della Sua risposta, già altamente indicativa e puntuale, volevo informarLa dell'esito della visita odierna con il collega andrologo, totalmente concorde con quanto da Lei detto. Il fatto che ci siano margini di miglioramento mi rincuora abbastanza. Per 3 mesi seguirò la terapia di Andrositol per poi ripetere lo spermiogramma a ottobre, valutando a quel punto l'eventualità di un intervento di varicocele che, sebbene ininfluente, potrebbe comunque apportare dei minimi benefici a un quadro già di per sé deficitario, Seguendo comunque, nel frattempo, delle abitudini sessuali più consone e regolari rispetto al passato. La terrò informata. Saluti