Utente 321XXX
Salve gentili dottori. Il consulto che vengo a richiedere non e' per me ma per mia nonna. Mia nonna ha 74 anni pesa circa 80kg ed ha un'altezza di circa 1.68 m. Non ha ne' allergie ne' patologie croniche di nessun tipo. Vengo al fatto: e' accaduto che ieri mentre guidava la macchina intorno alle 13.30 ha avuto un improvviso attacco di sonno ed ha battuto il veicolo contro un muro. A seguito di dolore toracico (si pensava a causa del trauma) ci siamo recati in pronto soccorso e dato che appariva poco reattiva il medico ha fatto eseguire i seguenti esamidove hanno eseguito i seguenti esami: EMOCROMO COMPLETO, RX TORACICO, RX COSTALE, ELETTTROCARDIOGRAMMA. Al termine e' risultato tutto regolare con la seguente risposta: diffusa accentuazione del disegno polmonare su base interstiziopatica. Ombra cardiaca aumentata di limiti con prevalenza delle sezioni sx, profilo diaframmatico regolare. Libere i seni costofrenici. Non immagini riferibili ad alterazioni ossee di significato traumatico attuale, a giudizio clinico ripetizione dell'esame al persistere della sintomatologia algica. Diagnosi: dolore emitorace sx verosimilmente muscolo scheletrico dopo trauma da cintura. Esito: non ricoverato. E' una persona che di solito non dorme molto e si alza presto ma episodi simili non si sono mai presentati. Oggi al risveglio dopo che ha dormito (ha dormito circa 5 ore) riscontra ancora un forte dolore al torace, appare poco reattiva come se fosse intontita e inoltre avverte un po' di sensazione di freddo. Ho perciò due domande: dopo tali esami si possono escludere problemi cardiaci oppure e' possibile che un'infarto di piccola estensione non sia rilevabile con ECG (al pronto soccorso preciso che si e' recata dopo 5 ORE)? E' possibile che questo improvviso colpo di sonno sia stato causato da UN PROBLEMA NEUROLOGICO (in quanto non sono stati fatti esami specifici riguardo problemi neurologici)? E inoltre questa forte stanchezza unita alla bassa reattività che presenta e questa sensazione di freddo puo' essere dovuta allo shock oppure essere causa di problemi neurologici o cardiaci non rilevati? Grazie infinite per la risposta e buon lavoro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Sua nonna potrebbe non essersi "addormentata", ma potrebbe aver avuto una sincope....(non un infarto)
Se così è le indagini fatte potrebbero aver dato dei risultati "falsamente" negativi.
Sarebbe opportuno innanzitutto fare un Holter ECG delle 24 h e in caso di negatività valutare l'opportunità di applicare un Loop Recorder.
Ovviamente ne deve parlare con un cardiologo di fiducia.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dottore provvederemo e secondo lei potrebbe l'apparente colpo di sonno essere stato causato da un problema neurologico tipo un ictus ad es? So che non e' la sua specializzazione ma vorrei sapere se in qualche modo potrebbe darmi un orientamento in questa direzione. Cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' difficile, ma così senza altre informazioni e soprattutto senza i risultati di indagini specifiche non è possibile stabilirlo.
[#4] dopo  
Utente 321XXX

Iscritto dal 2013
Salve egregio dr. Rillo. La informo che la situazione do mia nonna e' migliortata ma approfitto del consulto per porre un mio problema. Avverto da circa 3-4 settimane una sensazione di calore all'avambraccio dx maggior mente presente in posizione statica. Questa sensazione la avevo già avvertita lo scorso anno sempre nello stesso punto e vicino al periodo estivo. Martedi scorso ho fatto una visita neurologica per fascicolazioni e parestesie, poi risultata negativa. Ma al neurologo ho dimenticato di riferire il senso di calore che non e' fisso ma si alterna durante la giornata. Talvolta e' presente anche agli arti inf. e sotto le piante dei piedi ma raramente, piu' che altro e' frequent e nella zona dell'avambraccio dx. Aggiungo che ho sempre le dita delle mani fredde. Pensa che il senso di calore possa dipendere da cause circolatorie anche se si presenta a dx? E inoltre il fatto che lo abbia gia' avvertito lo scorso anno e' positivo? Grazie di cuore.