Utente 344XXX
Salve,

Sono ormai 10 anni che lotto con l aiuto di vari "strizzacervelli" per superare il mio disagio per quanto riguarda le dimensioni del mio pene.Ma ogni volta siamo punto e daccapo.E per la prima volta e mai cosi seriamente ho preso coscienza di migliorarle.Di sentirmi meno inadatto del solito.No so con chi parlare,il mio medico di base ne sa poco o nulla,quindi ho scritto a voi per un consulto o consigliarmi qualcuno che mastica questo tipo di operazioni.da contattare in privato(lo so non si fanno nomi e ne altro)...però non so cosa fare e riprendere sedute dallo psicologo e vari medicinali basta..sono arrivato ad un limite..vorrei provare questa strada..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,diffidi del web e,con l'aiuto del medico di famiglia,identifichi un esperto andrologo con cui sinergizzare alla ricerca di un giusto equilibrio tra sogno e realta'...Cordialita'
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
Alle indicazioni del DR. Izzo, la invito alla lettura di questo canale salute, tutto sulle dimensioni dei genitali.

http://www.medicitalia.it/salute/pene-piccolo-dimensione-dei-genitali
[#3] dopo  
Utente 344XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille per le tempestive risposte..
vorrei sapere un'altra cosa.Ma nel caso avessi un figlio potrei evitargli le mie stesse torture con qualche cura in età di sviluppo?o come si dice tale padre tale figlio..purtroppo almeno per me cosi è successo
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...le terapie vanno prescritte in presenza di uno stato patologico.E' frequente il riscontro di genitori che,condizionati da uno ipogenitalismo latente,temono che il figlio maschio viva il medesimo disagio...Lasci che sia lo specialista a tutelare lo sviluppo sessuale nei modi e tempi corretti.Da parte vostra,come genitori,adoperatevi affinché il bambino non sia in sovrappeso,condizione che può incidere sullo sviluppo,sia generale che genitale.Cordialità.