Utente 344XXX
Ho 18 anni e fine settembre mi sono recato dal dermatolo dell'USL per un controllo tricologico. Come immaginavo discendendo da una famiglia di calvi mi è stata diagnostiacata un alopoecia androgenetica. Per ora sono solo leggermente stempiato con un leggero diradamento in zona tempie ma diciamo una cosa molto accettabile. Il medico mi prescrisse l'aloxidil 2% per 4 mesi dopodichè biothymus AC in fiale per 3 mesi.

Ho iniziato ad usare sin da subito regolarmente l'aloxidil al 2% ma facendo una ricerca in rete, ho scoperto che gli effetti del minoxidil si iniziavano a vedere dopo almeno 3 mesi, in alcuni casi anche dopo 6 e che la terapia sarebbe dovuta continuare evitando la perdita dei risulati ottenuti, così ho continuato ad usare l'aloxidil finora, quindi per 7 mesi.

Ora sto prendendo in considerazione l'idea di passare al Biothymus anche se a giudicare dalle mie ricerche non sembrerebbe un prodotto così affidabile come l'aloxidil, inoltre ho paura che nel caso sospendessi l'aloxidil per il biothymus perderei i risultati ottenuti (se ci sono effetivamente) con l'aloxidil.

Ora secondo voi la scelta del dermatologo nel sostituire l'aloxidil è una scelta sensata che vale la pena seguire oppure dovrei lasciare perdere il biothymus e continuare con l'aloxidil?
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissimo

stiamo parlando di un farmaco e di un integratore: a mio avviso, sempre imparagonabili nella terapia della Calvizie (a prescindere dalla marca ovviamente).



cari saluti
Dr. Laino