Utente 100XXX
Buongiorno,

pratico mountain bike, premetto che l'attività non si limita ad una mera pedalata ma c'è una componente 'acrobatica' con salti e discese su terreni impervi dove il fisico è sottoposto ad importanti sollecitazioni.
capita praticamente ad ogni uscita che dopo circa un'ora il testicolo destro mi duole in maniera tale da dover interrompere l'attività. dopo circa 30 minuti non duole più.
ho fatto un'ecografia ma non è comparso niente di rilevante.
ho notato che se lo scroto lo tengo il più possibile aderente al corpo, il problema si resenta in maniera minore.
cosa mi consigliate
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
dopo una serie di scarabattolamenti del genere, il testicolo poverello si lamenta e con ragione.
Consiglio
a) di valutare lo stao della colonna vertebrale, che non vi sia qwualche patologia che irradia là;
b) di valutare apparato urinario per la possibile presenza di calcoli
Se tutto negativo: sospensorio imbottito.
[#2] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2006
si, tutto negativo.

tenterò la strada del sospensorio.

Grazie della consulenza!
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
personalmente eviterei o ridurrei scarabattolamenti.