Utente 250XXX
Buongiorno,

ho eseguito circa una settimana fa (all'età di 32 anni nn compiuti), un intervento per la correzione di un varicocele sx di secondo grado, con scleroembolizzazione percutanea.
Tutto è filato liscio e successivamente non ho sofferto alcun dolore (tanto da farmi dubitare se l'intervento fosse realmente avvenuto).

Solo a distanza di una settimana, poco più, il testicolo sx mi risulta più sensibile al tatto, talvolta vi avverto un leggero fastidio e altre volte come un "formicolamento". Inoltre, in corrispondenza del foro dove è stato inserito il catetere venoso, sull'inguine, sento la vena molto dura al tatto, senza dolore.

Come devo interpretare questi sintomi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le vene si stanno chiudendo nessun problema.