Utente 120XXX
Buongiorno, da sempre ho il colesterolo alto, circa 280 il totale (non ricordo il valore dell'LDL comunque è alto), con la dieta sono arrivato a 260, il medico dice che vista l'età non è il caso di iniziare con farmaci e mi ha prescritto un integratore con riso rosso fermentato, tale integratore è fuori commercio quindi ho cercato alternative su internet e per caso ho letto che di recente si è scoperto possa danneggiare il fegato, visto che soffro anche di steatosi epatica (in forma lieve-moderata) è il caso di proseguire oppure di cambiare tipo di prodotto?
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
In effetti, delle proprietà ipocolesterolemizzanti del riso rosso fermentato (riso comune da cucina - Oryza sativa - ad opera di un lievito - Monascus purpureus o lievito rosso) dovute ad un gruppo di sostanze prodotte dal processo di fermentazione (monacoline) se ne parla già da diverso tempo non solo per un mero interesse scientifico...ma anche economico!

Purtroppo, assunto per un lungo periodo e ad alte dosi può generare gli stessi effetti collaterali delle statine, in particolare a carico del fegato e dei muscoli, oltre ad interagire con alcuni farmaci...


Quindi, condivido le Sue perplessità sul suo utilizzo soprattutto in presenza di una patologia epatica in atto qual è la steatosi!


Personalmente, non ritengo eccessivamente preoccupante ed irreversibile il valore riferito (colesterolo tot. 260), che può normalizzare attraverso un regolare controllo dietetico e calo ponderale.


Le allego il link di un articolo, spero utile, a fornire ulteriori elementi chiarificatori in merito:

www.medicitalia.it/salute/colesterolo


Prego.