Utente 344XXX
Egregi Dottori
Circa un mese fa son caduto in bici mtb su sterrato, battendo il braccio a terra in apertura, cioè non attaccato al corpo. Visto il dolore e la difficoltà di movimento, mi sono recato presso il pronto soccorso e dopo fatta la visita e lastra spalla destra, non emergeva nulla, l’ortopedico refertava solo una contusione, per cui mi veniva consigliato di prendere brufen 600, senza immobilizzare l’arto o quant’altro. Dopo 15 giorni, visto il dolore persistente lancinante, in particolare la notte disteso, su consiglio del medico di famiglia ho effettuato un’ecografia con la seguente diagnosi: L’esame ecografico documenta la presenza di piccolo scalino osseo in corrispondenza della regione trochitica omerale destra, come da postumi di frattura composta. Aspetto lievemente disomogeneo della cuffia deim rotatori di destra, non differenziabile da tendinopatia cronica di lieve grado e postumi di natura contusiva. Sottile falda liquida è presentein sede peritendinea a livello del capo lungo del bicipite omerale destro.Regolari appaiono i rapporti articolari acromion-claveari a destra.Il quadro ecografico è compatibile con postumi di frattura composta della regione trochitica omerale destra. Tornavo nuovamente a controllo dall’ortopedico, lo stesso mi riferiva che non era nulla, di fare solo terapie laser e tecar, continuando con brufen. Vorrei sapere, a distanza di 24 giorni è normale che ho ancora dei dolori lancinanti e difficoltà ad alzarlo lateralmente. Era meglio bloccare l’arto all’inizio? Visto che ho mosso sempre l’arto, mi potrà portare complicazioni dopo la calcificazione? Grazie Distinti Saluti
[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
L'evento traumatico che ha subito alla spalla, ha determinato una frattura composta a livello della regione trochitica (...piccolo scalino osseo in corrispondenza della regione trochitica omerale destra, come da postumi di frattura composta...).
Non credo che questo sia la causa del suo dolore ma, a mio giudizio, è da ascrivere ad un processo infiammatorio tendineo conseguente al trauma.
Il mio consiglio è quello di affidarsi alle cure di un Chirurgo della Spalla.
Auguri