Login | Registrati | Recupera password
0/0

Causa del dolore al colon,fianco destro

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2008

    Causa del dolore al colon,fianco destro

    Salve,mi chiamo Cristina ed ho 19 anni...Ho un problema che mi accompagna da più di un anno e cercherò di spiegarvelo più chiaramente possibile: si tratta di un dolore alla parte alta del fianco destro in corrispondenzaa del colon; se un anno fa questo dolore si manifestava solo x qualke giono al mese (così che io pensai che potesse dipendere dal ciclo mestruale) in questi ultimi mesi non è svaanito, persiste...Sono sottopeso e non svolgo regolare attività fisica da un anno; dopo aver mangiato mi sento molto gonfia,tuttavia non ho una grave irregolarità..
    Il dottore fin dal primo momento mi ha tranquillizzata dicendomi che si trattave di colon irritabile e mi ha prescritto Levopraid in gocce..Ma la situazione nn era cambiata di molto. Più volte mi sono fatta visitare l'addome e mi ha detto che la tensione muscolare era dovuta all ansia e aal nervosismo..Io,terrorizzata dall'appendicite ho insistito x faare altri controlli; premetto comunque che il dolore non è sempre fisso..si estende aanche al lato sinistro e verso il basso...Così dall'emocromo i globuli biaanchi erano 8.300; ho fatto inoltre i raaggi X INTESTINO X OS ed è risultata la visceroptosi, il transito colico disordinato con alterata morfologia delle austra; l'ecograafia all'addome basso tutto regolare vescica e ovaie. Quale altro controllo posso mai fare??? E se si trattasse si appendice retrocecale come posso scoprirla??? Devo rivolgermi direttamente ad uno specialista?? Ringrazio in anticipo e confido in una vostra riposta



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 178 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Risponde dal
    2006
    Gentile signora,
    la prima cosa da fare secondo me è avere maggiore fiducia nel suo medico curante. Dalla sintomatologia che edescrive e dai risultati degli esami effettuati penso che il collega abbia ragione. Inoltre a lui è stato possibile anche visitarla.
    Consideri che una visceroptosi vuol dire che il suo intestino fa aftica a far proseguire la peristalsi in maniera ordinata per l'alterata posizione delle anse, facilitando quindi l'insorgenza di dolori.
    Il valore dei globuli bianchi ed i dolori riferiti, non fanno pensare ad una appendicite, anche perchè dopo un anno sarebbe diventata una peritonite.
    In caso di persistenza dei sintomi valuti con il suo medico curante, comunque la possibilità di eseguire una ecografia epatica ed una visita gastroenterologica

    Cordiali saluti


    Dr. F. Nardacchione
    NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2008
    vorrei saapere se l'appendicite può essere aanche cronica se è ereditaria...quindi se l'haanno avuta i miei zii e io sono a rischio... attendo vostri pareri



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 178 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Risponde dal
    2006
    Gentile signora,
    l'appendicite non è una patologia ereditaria.
    Cordiali saluti


    Dr. F. Nardacchione
    NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile


Discussioni Simili

  1. Appendicite sospetta
    in Chirurgia dell'apparato digerente
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 29/01/2008, 22:10
  2. Appendicite molto grande
    in Chirurgia dell'apparato digerente
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 16/02/2009, 11:59
  3. Inffiammazione appendicite
    in Chirurgia dell'apparato digerente
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28/02/2009, 12:21
  4. Una scelta sbagliata dettata dalla preoccupazione
    in Chirurgia dell'apparato digerente
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 08/05/2009, 01:06
  5. Adenocarcinoma colon retto
    in Chirurgia dell'apparato digerente
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 19/06/2009, 21:43
ultima modifica:  13/08/2014 - 0,08        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896