Utente 287XXX
Gentili dottori,
Da anni ormai ho il sospetto di sinusite per un mal di testa che mi viene ogni tanto. Questo mal di testa si presenta se sto in ambienti chiusi, troppo secchi e sento il naso un pó otturato. Di recente tramite una risonanza magnetica all'encefalo, che è risultata nella norma, mi ha infatti evidenziato una nota di sinusopatia etomoidale sinistra. In genere o prendevo una bustina di ketroprofene e mi passava oppure, al fine di non esagerare con gli antinfiammatori, quasi sempre mi tengo il dolore e poi con una dormita passa solo. Però nelle ultime settimane questo mal di testa si fa presente molto più spesso. A parte questo mal di testa (che è molto leggero e poco fastidioso) non ho altri disturbi tipo febbre. Sarà solo periodo che ho il mal di testa più spesso e lo confondo con la sinusite? Contate che in questo periodo sto stressato e ansioso; ho avuto un pneumotorace a gennaio e ora da pochi giorni papà ha avuto un attacco ischemico al cervello leggerissimo e transitorio che mi fa preoccupare un pó. Se una sinusite non da particolari problemi è per forza indicato curarla? Pensate che in estate questa sinusite non mi da alcun problema. In che reparto si fa una visita per una sinusite? È per forza necessario l'intervento chirurgico?
[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, lei dice:
"Da anni ormai ho il sospetto di sinusite per un mal di testa che mi viene ogni tanto"
Dunque il suo problema é la cefalea, di cui cerca la causa, e pensa possa essere la sinusite.
Peraltro "questa sinusite non mi da alcun problema", per cui di nuovo, la prenderebbe in considerazione solo nella speranza che cessi la cefalea.
Può essere così.
Tuttavia, sarebbe anche il caso di escludere l’ipotesi che la sua cefalea sia potenzialmente legata ad una cattiva masticazione e ad un problema che riguarda l’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM)
Specie se una Cefalea non risponde alla terapia specifica disposta dagli specialisti, sarebbe bene quantomeno escludere questa possibile componente patogenetica. Infatti, sia in funzioni normali (deglutizione, masticazione) che patologiche (digrignamento, serramento) la mandibola, trascinata dai muscoli elevatori, ha la tendenza ad avvicinarsi alla mascella facendo perno sul condilo e fermandosi solo quando le arcate dentarie antagoniste entrano in contatto fra loro. Ma se questo contatto avviene per qualunque ragione (scheletrica, dentale, iatrogena, ecc.) in una posizione scorretta (morso profondo, deviato, retruso) ecco che, per un periodo di ore/giorno incredibilmente alto, indipendentemente dalla volontà o dallo stato di sonno o veglia, i muscoli masticatori risultano contratti, e predispongono all'insorgenza della cefalea.
Inoltre, qualunque postura scorretta della mandibola dovuta alla malocclusione dentaria induce necessariamente atteggiamenti compensatori a livello della colonna cervicale: di qui un’altra possibilità di influire sulla patogenesi della cefalea, che per questo viene chiamata “cervicogenica".
Le suggerirei di dare un'occhiata agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Nel caso, sarebbe consigliabile chiedere un consulto anche ad un dentista-gnatologo, esperto in problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare: non tutti i dentisti amano trattare questi problemi.
Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/934/La-cefalea-che-viene-dalla-bocca

http://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/983/Problemi-di-naso-chiuso-a-volte-la-causa-sta-in-bocca

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf

[#2] dopo  
Utente 287XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimo Dr. Bernkopf,
Grazie mille per la sua accurata risposta. Leggerò subito i link da lei postati. Ma le vorrei fare una domanda, questo mal di testa mi viene sempre quando mi trovo in ambienti chiusi e quando c'è aria consumata. Quindi da una situazione del genere non vi è da presuppore la responsabile la sinusite? La ringrazio nuovamente per il suo aiuto.

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Mi sembra una associazione poco spiegabile con la sinusite.
Comunque le suggerirei di effettuare lavaggi delle mucose rinosinusali con soluzione salina quotidiani per una settimana ,e poi al bisogno.

http://www.studiober.com/pdf/avaggio%20della%20mucosa%20rinosinusale%20con%20soluzione%203.pdf