Utente 331XXX
Salve, circa due mesi fa ho iniziato a sentirmi molto male, purtroppo non è stata identificata la causa visto i sintomi generici e i numerosi esami gia eseguiti prima di quest' episodi e quindi di restiva ripetizione anche per motivazioni economiche, limitando la cura a sedativi per gli episodi più forti, per dormire.

Quindi cerco di vagliare singolarmente i sintomi per ogni singola specialistica:
appunto ho dolore saltuario da due mesi ai reni, accusando da questo periodo anche sensibilità all' area dei testicoli, ieri manipolando i testicoli ho notato un leggero gonfiore sopra il testicolo sx che è minimo al dx, visibili accanto ai testicoli anche a vista, come un grumo morbido 3-4 cm e ho dolore all' inguine soprattutto lato sx, in più da alcuni giorni brucia l' uretra quando urino.
Ho notato anche un lieve anomalo aumento delle dimensioni del pene (a riposo).

Settimana scorsa causa gonfiore sotto al mento con dolore, e dolore al collo, ho fatto un ecografia alla tiroide, dalla quale è emerso un nodulo regolare alla dx della tiroide di 6 mm, a detta del tecnico non preoccupante ma da tenere sotto controllo.

L' altro ieri da una visita otorinica mi viene prescritto Bentelan e Actavis.
Assumo altri medicinali elencati nel mio profilo.

Devo preoccuparmi per i testicoli e reni?
Ringrazio in anticipo per i vostro utilissimo operato.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,ha mai sofferto di coliche renali e/o renella?I testicoli risalgono spesso nel canale inguinale?Qual'é l'esito della spermiocoltura e della urinocoltura?L'andrologo di riferimento che pensa?Cordialità.
[#2] dopo  


dal 2015
Gentile dott., prima non ho mai avuto problemi renali, non ho mai fatto visite andrologiche..

visto altri malori di origine cardiaca avuti da due anni fa ho fatto numerosi esami l' anno scorso tra cui (ecografia addominale e tac mezzo body) dalle quali risultò tutto normale, poi oltre tutto ho fatto una coronarografia e in Febbraio di quest' anno ho fatto una scintigrafia miocardica che risultava negativa, rimane sconosciuta la causa dell' ipocinesia cardiaca e i dolori associati che diventano malessere quando lavoro.

Questo problema all' apparato urinario è nato il 5-Marzo-2014 quando all' improvviso mi sento male con questi sintomi: improvvisa pressione arteriosa 160/130 battiti 120 al minuto, aritmia, forte malessere, dolore ai reni, dolore allo stomaco, eruttazioni, bruciore al volto, acufene orecchio sx, mal di testa, problemi di vista, rinite maleodorante.
Questi sintomi (in modo acuto durano 8 giorni), ma il secondo giorno mi reco al pronto soccorso, una fiala di valium sotto la lingua, 6 tracciati positivi vengono cestinati pensando al malfunzionamento della macchina, vengo dimesso vabbè lasciamo stare...
Il 4 giorno faccio gli esami del sangue,delle urine, malattie infettive tipo Hiv e epatite, dai quali emerge solo un leggero aumento dei grassi nel sangue è un valore della tiroide alterato.
Infine dopo 20 giorni senza dormire, distrutto come mai, alla mercee degli elementi vado da un neurologo che poi era uno psichiatra incline ad infoltire le fila del suo manicomio, mi prescrive un neurolettico potente da prendere per sempre!
Di buon senso ne prendo solo per pochi giorni per dormire un po' ovviamente funziona (mi spegne), ma il problema funzionale ovviamente non cura.
Attualmente i sintomi sono migliorati da soli ma rimangono, sono iniziati appunto ad intervallo dolori e gonfiori credo alle ghiandole: mento collo ascella testicoli.
In questo periodo sono comparse delle cisti alla nuca (dicono sicure) e questa cisti alla tiroide.
Sinceramente io non so a quale specialista rivolgermi che possa studiare il mio problema, che probabilmente spero è agl' inizi, se può darmi un suggerimento anche per questo le sarei grato
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,non credo che il cocktail sintomatologico da lei trasmesso trovi un'unica genesi...Per quanto mi riguarda,le propongo di identificare ,con il suo medico di famiglia ,un esperto andrologo che possa mettere ordine e stabilire le priorità sintomatologiche,risalendo alle eventuali cause che le hanno determinate.Cordialità.
[#4] dopo  


dal 2015
Ok, oggi rimane il gonfiore anomalo anche leggermente alla base del pene ma il dolore è di molto diminuito, prima di fare una visita andrologica aspetto la fine della cura con Bentelan e Actavis la settimana prox dal bugiardino ho letto che curano anche infezioni urinarie per vedere se passa.
Lei chiedo solo sintomi come i miei possono far pensare a tumore ai testicoli o apparato urinario?
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...escluderei tale timore ingiustificato dai modi ed i tempi della sintomatologia.Cordialità.
[#6] dopo  


dal 2015
allora visto il dolore persistente soprattutto all' altezza dei reni oggi ho eseguito un eco renale, vescicale e scrotale, e una visita eseguita da un medico generico.
Tutto regolare a parte una sottile falda di idrocele bilaterale con iniziali segni di varicocele a sinistra.
Cura: unidrox 1 cp x 5 gg e arvenum 1cp x 5 gg

Chiedo saranno necessari ulteriori accertamenti dopo cura?
Il dolore intermittente ai reni a cosa sarà dovuto?