Utente 345XXX
Buongiorno,
Vorrei avere una risposta in merito al fatto che noto che da qualche tempo il colore del mio glande in erezione, prima sempre molto violaceo, si è schiarito molto e nonostante sia sempre abbastanza gonfio e sensibile durante il rapporto rimane diciamo rosa un po si scurisce si...ma nn più come prima....lo sperma è molto liquido e trasparente ma forse questo è dovuto alla diagnosi di varicocele sinistro di 2. Grado!....in conclusione vorrei sapere se il colore più pallido del glande è preoccupante! Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il colore del glande,in presenza di un'erezione soddisfacente,non ha alcun significato clinico.Analogamente,la presenza di un varicocele,di qualsiasi grado,non determina una modifica delle caratteristiche organolettiche del liquido seminale.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 345XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la celere risposta Dr.Izzo
Diciamo che quest'estate ho accusato problemi d'erezione in particolare l'erezione era presente ma mi sembrava più debole del solito. Segnalo che ne venivo da un periodo d'intensa attività sessuale e i forte stress emotivo e lavorativo. Ho fatto ecografia scrotale che ha appunto evidenziato varicocele di 2 grado, spermiogrqmma con evidenti alterazioni nella quantità e qualità di spermatozoi quindi prevista correzione tramite sclerombizzaxione. Inoltre ho effettuato esami ormonali dove le uniche alterazioni erano prolattina 14ng/ml e testosterone 5ng/ml e ecodoppler del pene che non ha evidenziato alcun tipo di problema e ho effettuato risonanza o tac nn ricordo alla ghiandola ipofisaria anche questa integra e funzionante...i fine esame alla prostata trovata intatta e funzionante. Alla luce di questo mi sono tranquillizzato ma se devo essere pienamente sincero nn credo di aver più rivisto quell'erezione marmorea di prima.ma nn so se si tratta di semplice agitazione/suggestione. Aggiungo che ho 25 anni faccio palestra,peso 75kg per 180cm bevo saltuariamente e fumo una ventina di sigarette al gg da circa 10 anni! Secondo lei posso stare tranquillo?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...singolare che le facciano fare una TAC ipofisaria,senza una evidente indicazione,e poi continui a fumare 20 sigarette al dì...Il fumo va considerato il più grosso nemico del benessere sessuale...a tutte le età.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 345XXX

Iscritto dal 2014
Mi scuso ma la sua risposta mi risulta poco chiara e dettagliata!
A parte il consiglio del fumo nn ritrovo nessuna indicazione o parere
nonostante io abbia fornito dati precisi! Gli esami del caso li ho fatti tutti proprio per escludere qualsiasi probabilità! Spero in una sua maggior chiarezza grazie
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...l'erezione marmorea si realizza in base all'afflusso di sangue arterioso.Nel fumatore,l'apporto di ossigeno ai corpi cavernosi é penalizzato,per cui,così come il fumatore,a qualsiasi età,affanna se sale le scale,analogamente,l'erezione può risultare meno valida...L'ecodoppler è stato eseguito con il pene in erezione o a riposo?va da se che,alla sua età,l'indicazione patogenetica sia rivolta maggiormente verso lo stile di vita (alcol,fumo,droghe etc.),piuttosto che verso patologie organiche (ipertensione,diabete etc.).Cordialità.
[#6] dopo  
Utente 345XXX

Iscritto dal 2014
L'eco dopler é stato eseguito in erezione post puntura..l'andrologo è stato messo al corrente dello stile di vita e mi ha detto che al momento(chiaramente anch'esso ha consigliato di nn fumare x il futuro benessere generale) nn sembrava nemmeno fumassi dall'esito dell'esame!
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

dalla sua storia sembrerebbe sostanzialmente eccessivo ( e costoso, o per lei o per il SSN) fare tutti quegli accertamenti semplicemente perchè la sua erezione era diventata meno rigida di prima.
Forse nella sua lettera lei non si è spiegato altrettanto diffusamente come al suo specialista.
Il fatto di avere erezioni meno rigide potrebbe anche essere legato a fattori vascolari in qualche modo associabili alla patologia venosa che le ha determinato il varicocele (vene varicose del plesso pampiniforme sinistro).
Ma ugualmente tali fenomeni potrebbero essere attribuiti a stati emozionali, stress..
cerchi di definire meglio i suoi problemi con il suo specialista oppure senta una "seconda opinione"
Cari saluti