Utente 345XXX
Buongiorno Dottori, grazie per l'attenzione. Nel rispetto delle dovute limitazioni, vi prego di rispondere. sono ossessionato con implicazioni devastanti: fobico, depresso, relazioni interpersonali minime, evito il contatto con i figli, li bacio solo sui capelli o parti coperte, con mia moglie evito i rapporti.
Scusate il preambolo, i fatti: Ho 40 anni.
estate 2012, dal barbiere per rasatura (a secco), accanto a me radono un cliente provocando tante ferite vistose e con abbondante sangue. Il barbiere posa sul ripiano il rasoio e medica le ferite, intanto iniziano a radere me (anzi a tagliarmi peggio dell'altro), giro la testa e il rasoio non è sul ripiano (il barbiere è sulle ferite del cliente), sospetto lo stiano usando su di me. Confermato quando il primo finisce, lo cerca e non lo trova, e via con occhiate tra i 2. corro a casa, disinfetto, racconto tutto a mia moglie che prova a calmarmi. Quindi: tante ferite e profonde, copiosamente sanguinanti di tutti e 2, tempo intercorso nullo (<10 sec), il rasoio non è venuto in contatto con acqua etc. Non riesco a dimenticare, anzi.

primavera 2013: ingrossano linfonodi ai 2 lati del collo (duri senza dolore), chiazza alopecia zona superiore del cranio, (moneta da 2e), che non mi preoccupa (ne soffro da 20 anni e si presenta con 1/2 chiazze piccole sulla nuca che vanno via sole). Poi il sopracciglio sx viene interessato, con diradamento (tipo 8 coricato) partendo dal centro verso l'esterno senza arrivare all'apice. tutto regredisce, i linfonodi boh?
autunno 2013, stessi sintomi, aggiunta di: esantema esteso, notato su una voglia bianca diventata quasi indistinguibile; 2. Problemi ai 2 occhi (più al sx), (rossore, evidenza di vene sul bulbo, secchezza, accumulo agli angoli di materiale sieroso).l'ottico cambia gli occhiali, per un peggioramento di 0,50 di astigmatismo e comparsa di 1 grado miopia al sx. Gli occhi migliorano, ma non guariscono. Gli altri sintomi regrediscono.
01/2014 episodio da raccontare: pratico un arte marziale con contatto continuo e prolungato degli arti sup. e dorso mani. uso maniche lunghe ma non coprivo le mani che sul dorso, per freddo e ossessivo lavaggio sono rosse, screpolate, sanguinanti. Mi alleno in coppia con una persona che presenta tante lesioni alle braccia come acne (o pustole?). dopo un mese (fine febbraio) spunta al dorso mano sx un nodulo? tondo sopraelevato, duro, secco che non da fastidio. per errore lo erodo e trovo fondo rosso (niente sangue, liquidi, dolore, etc.) .A fine marzo lascia solo un alone duro. in questi anni ho fatto cure antibiotiche per estrazioni dentarie con augmentin, klacid e rocefin e, questo marzo, per un'infezione, con ciproxin e miraclin. durante questa cura migliorano gli occhi (dopo la cura peggiorano), fine marzo di nuovo tutti i sintomi autunno 2013. Aggiungo che non ho avuto alcun contatto extra coppia. non vivo più, sto distruggendo il rapporto con moglie e figli, e la mia vita. Aiuto, chiaritemi le idee e grazie della pazienza

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stefano Battaglini
36% attività
0% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Direi che ci sono due componenti: la prima è una forte ansia di base che va affrontata al fine di renderle la vita più vivibile. A questo proposito mi permetto di consigliarle un consulto con uno psicoterapeuta. Per quanto riguarda il rischio di malattie trasmesse tramite sangue, le consiglio al fine di escludere un eventuale contagio, di effettuare i test sierologici che le può consigliare il suo medico di base. Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 345XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio Dr. Battaglini, mi sono reso conto solo nell'ultimo periodo di avere un problema di natura psicologica che ho trascurato. Per quanto riguarda invece il possibile contagio Le chiedo gentilmente di consigliarmi anche su come dovrei comportarmi ragionevolmente, nelle more dei test, nelle interazioni con moglie e figli (per evitare eventuali rischi e anche atteggiamenti psicotici). Aggiungo anche, cosa che per motivi di spazio non ho potuto scrivere prima, che a marzo ho effettuato tamponi congiuntivali risultati sterili.

Da quello che intuisco dalla sua risposta, al di la di aspetti ansiogeni, le mie paure non sono il risultato di "fantasie", ma potrebbero essere fondate.

La prego, se non risulto pedante, di chiarirmi anche questi aspetti.

Se ritenesse opportuno farmi domande su dettagli che potrei aver trascurato, non esiti a pormele.

Grazie di cuore.

[#3] dopo  
Dr. Stefano Battaglini
36% attività
0% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Il virus dell' hiv può essere trasmesso tramite contatto di sangue e di liquidi biologici, nell'attesa del test eviti i rapporti sessuali non protetti.
un saluto