Utente 339XXX
salve,mi chiamo enrico,(sto usando il profilo di mia figlia sofia),ho 53 anni e da 30 anni pratico footing,da circa 7,8 anni spesso,ad esempio oggi,quando vado a correre praticamente fatti non piu di 10 metri,comincio a sentire un senso di oppressione nella parte destra del torace proprio al livello del polmone destro che se proseguo mi da senso di svenimento e devo immediatamente fermarmi x non cadere al suolo! se cammino anche velocemente non mi succede niente mase inizio a correre ricompare il sintomo! praticamente i circa 10 km che faccio 3 volte a settimana,oggi come tante altre volte li ho dovuti fare camminando! e' un problema che non riesco a risolvere! premetto che ho fatto ecocardiogramma,negativo,elettrocardiogramma su pedana mobile,negativa,holter cardiaco negativo,gastroscopia negativa,prova spirometrica x testare polmoni,negativa!!non so piu a chi rivolgermi!!la mia impressione e' che sia una cosa meccanica,nel senso che battendo i talloni nel correre anche correndo pianissimo,il fenomeno spesso compare se invece cammino molto velocemente( praticamente piu veloce di una corsa lenta)non succede niente!se faccio altri tipi di sforzi anche intensi,tipo ieri ho tagliato l'erba col decespugliatore x ore,ero distrutto alla fine,non succede niente!devo aggiungere che quando compare questo fenomeno e' come se mi venisse in bocca un sapore strano!! chiedo fortemente consiglio a chi mi puo' aiutare!!!! il footing e' una delle mie piu grandi passioni,non vorrei smettere!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non so cosa dirle...il suo cuore non è responsabile del suo disturbo e noi cardiologi ci limitiamo ad esprimere pareri su problematiche che riguardano la nostra area di interesse.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 339XXX

Iscritto dal 2014
salve dottore! rieccomi!! oggi ho fatto un ecocardiogramma da un nuovo cardiologo e mi ha riscontrato: ventricolo sinistro nei limiti volumetrici,ipertrofico( siv 15 pp 13),con fe normale e pressione diastolica nei limiti.non asinergie segmentarie.presenza di SAM con gradiente intraventricolare di 16 mmHg.la tessitura del siv e' disomogenea.atrio sinistro ai limiti alti.rigurgito aortico irrilevante.ventricolo destro nei limiti morfovolumetrici,con normale funzione sistolica e diastolica.TAPSE e PAPs normali,VCI normale e normocollabente.pericardio indenne.aorta esplorata normale!!
bene,lui ha detto che ho una leggera ostruzione del sangue verso l'aorta e forse e' quello che mi provoca il disturbo che le ho scritto sopra!! lei cosa ne pensa?? e' una cosa grave? si puo' curare? mi ha chiesto anche di fare una risonanza cardiaca e poi di riandare da lui! ha detto che probabilmente l'ostruzione era presente anche gli anni passati e che forse i colleghi nel farmi l'ecocardiogramma non l hanno vista!io vorrei anche un suo parere! posso sempre correre?
grazie
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Da quanto riporta lei sembrerebbe essere portatore di una cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva e questo effettivamente può giustificare, almeno in parte, i suoi sintomi....ma cardiopatia in questione è congenita (cioè presente fin dalla nascita) e a carattere ereditario e di tipo familiare, pertanto mi sembra davvero molto strano che non sia emersa dagli eco fatti in passato...Forse sarebbe bene fare una ulteriore ecografia con un terzo cardiologo (magari particolarmente esperto in ecografia cardiaca) perchè è importante sapere se lei abbia o meno il problema....ovviamente fino a certezze al riguardo non può fare attività sportiva.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 339XXX

Iscritto dal 2014
grazie dottore x la sua disponibilita! lo stesso cardiologo mi ha prescritto una risonanza magnetica cardiaca con contrasto all'ospedale san camillo a roma cosi dice ci togliamo ogni dubbio! parlando da totale inesperto in materia,una cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva non dovrebbe dare i sintomi che le ho descritto in qualsiasi situazione di sforzo??? e non solo se provo a correre??
[#5] dopo  
Utente 339XXX

Iscritto dal 2014
se fosse confermata questa cardiomiopatia,e' grave? si puo curare?
[#6] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Prima deve essere confermata la diagnosi e poine riparliamo .....
[#7] dopo  
Utente 339XXX

Iscritto dal 2014
certo dottore!! nel frattempo le allego le conclusione di un altro eco del 2010 del quale la cardiologa che l ha eseguito mi ha detto che era tutto normale.
Ventricolo sinistro:ipertrofia vs eccentrica con normali diametri endocavitari del vs(dtd 52mm,dts 27mm)con cinetica regiionale e globale nei limiti,funzione sistolica nella norma(fe 60%).pattern doppler da iniziale alterato rilasciamento.siv e pw lievemente inspessiti(13 e 12 mm)
atrio sinistro:lievemente dilatato(43 mm),non masse endocavitarie,vci nei limiti,collassabile con gli atti respiratori.
mitrale:lembi in opposizione in diastole,lieve insufficenza
aorta:bulbo nei limiti(35 mm),ascendente ed arco nei limiti.cuspidi normoconformate e funzionanti.lievissima insufficenza.
sezioni destre:nei limiti,paps 30 mmhg
tricuspide:lieve insufficenza
polmonare:non valutata
pericardio:nei limiti
conclusioni:ipertrofia vs eccentrica,funzione sistolica nella norma,lievissima insufficenza aortica,lieve mitralica
[#8] dopo  
Utente 339XXX

Iscritto dal 2014
l'ultimo eco di ottobre 2011,di un altro cardiologo ancora,anche lui mi ha detto che e' tutto ok
Normali dimensioni endocavitarie del ventricolo sinistro( dtd 52mm) con lieve ipertrofia delle pareti( siv 12,5 mm).apparati valvolari nei limiti della norma.sezioni destre nei limiti.pericardio indenne.
v.polmonare:minimo reflusso
v.aortica:minimo reflusso
v.mitrale:normale
v.tricuspide:normale
conclusioni:lieve ipertrofia del vs con funzione sistolica globale normale(ef 65%).assenza di anomalie cinetiche distrettuali.
[#9] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Nell'eco che ha fatto recentemente viene riportata la presenza di SAM che è un segno specifico della cardiopatia ipertrofica (e non di una semplice ipertrofia del ventricolo sinistro)...se abbiano ragione i colleghi che non l'hanno evidenziata o l'ultimo ecografista che l'ha invece riportato non stà a me stabilirlo....ed è proprio per questo che le ho consigliato un nuovo ECO con una nuova figura.
Saluti
[#10] dopo  
Utente 339XXX

Iscritto dal 2014
salve dottore! ho l'appuntamento per mercoledi 28 maggio x una risonanza magnetica cardiaca a roma all'ospedale san camillo! vediamo cosa esce fuori anche se i dati dell'ultima eco sembrano evidenti x una cardiopatia ipertrofica!
ma l'ipertrofia non puo' essere generata dal fatto che sono 30 anni che faccio footing?la sam da sola non puo' esistere senza ipertrofia?
[#11] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Caro signore le ho scritto utilizzando la lingua italiana...se lei non presta attensione alle cose che le scrivo, non ha molto senso porre domande, non crede ??????
Il SAM è il segno ecocardiografico che si riscontra in presenza di una cardiopatia ipertrofica ostruttiva, che è un problema congenito (presente fin dalla nascita). Occorre solo stabilire se il SAM è realmente presente e non riscontrato in precedenza (per errore di altri operatori) o se non è presente (e allora l'errore è dell'operatore che l'ha riscontrato).
Saluti
[#12] dopo  
Utente 339XXX

Iscritto dal 2014
salve dottore ,rieccomi e la ringrazio x la pazienza nei miei confronti! ho finalmente fatto questa risonanza cardiaca! vorrei sapere il suo parere! le allego la risposta e la ringrazio in anticipo!


Sezione: NP RM ALL
GALEOTTI ENRICO AMB.LIBERA PROFESSIONE
Data di Nascita: 14-08-1960 Data Esame: 28-05-2014
Codice Archivio: 1091496 Codice Referto: 3154692
REFERTO DI: RM cuore (senza e con contrasto), Cine RM cuore
TECNICA
- esame eseguito con magnete ad alto campo (1,5 T).
RM Cuore s/c mdc paramagnetico
- studio morfologico cardiaco con sequenze HASTE e TIRM T2pesate senza mdc
- studio del DE con sequenze IR, multiplanari, dopo somministrazione di mdc paramagnetico
- studio della perfusione cardiaca in condizioni basali con somministrazione a bolo di mdc
paramagnetico (tecnica di primo passaggio)
Cine RM Cuore
- valutazione della cinetica con sequenze TFi2d, lungo gli assi cardiaci
- studio dei volumi ventricolari con sequenze cine TFi in asse corto
SINISTRA
- ipertrofia asimmetrica del ventricolo sinistro che presenta ispessimento in sede anterosettale basale
(16-18 mm); gli ulteriori segmenti cardiaci sono di spessore normale con evidenza di lieve trabecolatura
laterale medioapicale
- la massa miocardica è nella norma (159 g, 83 g/m2)
- volumi ventricolari nella norma (volume telesistolico ai limiti inferiori) con funzione sistolica conservata
e FE ai valori alti della normalità (FE 78%)
VTD 114 ml, VTDI 60 ml/m2
VTS 25 ml, VTSI 13 ml/m2
SV 89 ml, SVI 46 ml/m2
- presenza di movimento anteriore sistolico della mitrale il cui lembo anteriore è lungo (mm 26) con
presenza di gradiente al LVOT, stimato a fine espirazione, lieve (12 mmHg)
- coesiste rigurgito mitralico discreto (flusso stimato in LVOT 70 ml, frazione rigurgitante circa 20%)
- piccola area di delayed enhancement (circa 2 g) nella sede dell'ispessimento, verosimiilmente come
per fibrosi
- non aree riferibili a edema
- non si evidenziano aree di difetto perfusionale in condizioni basali allo studio dopo bolo di mdc (tecnica
primo passaggio)
- coesiste rigurgito valvolare aortico
- bulbo aortico di calibro e tratto tubulare ascendente nella norma (mm 33 - mm 28)
- atrio sinistro nella norma (area 21 cmq)
AZIENDA OSPEDALIERA S.CAMILLO - FORLANINI
DIPARTIMENTO DI CARDIOSCIENZE
UOC Radiologia Cardiovascolare e d'Urgenza
Direttore: Dr. Vittorio Miele
Pag. 1 / 2
DESTRA
- normale morfologia ventricolare con spessore parietale nella norma
- non sono evidenti lesioni focali o aree di infiltrazione adiposa
- volumi ventricolari nella norma
VTD 147 ml, VTDI 77 ml/m2
VTS 54 ml, VTSI 28 ml/m2
SV 93 ml, SVI 49 ml/m2
- non si evidenzia alterazione della cinetica globale o discinesie focali
- funzione sistolica conservata (FE 63%)
- rigurgito tricuspidalico
- arteria polmonare di calibro nella norma
- non dilatazione atriale
CONCLUSIONI
Ipertrofia asimmetrica ventricolare sinistra con area di delayed enhancement, in sede anterosettale
basale; anche in relazione a lembo mitralico lungo si sviluppa SAM con lieve gradiente sottovalvolare e
rigurgito mitralico
Coesistono rigurgito valvolare aortico e tricuspidale.
Il quadro è compatibile in prima ipotesi con cardiomiopatia ipertrofica non potendosi escludere una
componente adattativa all'attività sportiva; può essere utile controllo a distanza, dopo eventuali
provvedimenti.
Il Medico
dr. Vitaliano Buffa
Chiuso in data: 01-06-2014 Il Medico: dr. Vitaliano Buffa
Firma digitale ai sensi della Legge n. 59 del 15/03/97 e successive modifiche
Paziente: GALEOTTI ENRICO Cartella: Codice referto: 3154692
Pag. 2 / 2
[#13] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
A mio giudizio si conferma la presenza della cardiopatia ipertrofica ostruttiva (su base congenita), che però, almeno al momento, non è responsabile di alterazioni emodinamiche importanti. Ovviamente lei ha bisogno di essere seguito nel tempo da un cardiologo e credo che il collega che le ha scoperto il suo problema sia il più indicato.
Saluti
[#14] dopo  
Utente 339XXX

Iscritto dal 2014
buongiorno dottore,sono andato stamattina dal suo collega che mi ha scoperto il problema,gli ho portato la risposta della risonanza cardiaca.lui mi ha fatto per controllo un altro ecocardiogramma visto che sono passate 4 settimane da quando mi ha detto di sospendere attivita' sportiva,e ha riscontrato che il SAM e' passato da 16mm hg a 9 mm hg. mi ha detto di stare ancora 3 mesi senza fare sport e poi di ritornare da lui x un altra eco e forse un altra risonanza. Il tutto xche vuol vedere con sicurezza se si tratta di cardiopatia o se il problema e' dovuto all'attivita' sportiva!
io xro' mi chiedo,ma se c'e' presenza di SAM,anche se e' calato di quasi la meta',non e' di sicuro cardiopatia senza alcun dubbio???
[#15] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il SAM non è quantificabile....o c'è o non c'è..credo che abbia frainteso quanto le è stato riportato. Per il resto non concordo. Se la diagnosi è di cardiopatia ipertrofica ostruttiva lo sport non c'entra nulla. Questa è la mia personale opinione, ma a questo punto è inutile continuare nella discussione perchè non posso esserle di ulteriore aiuto e questa consulenza è durata anche troppo (lei mi ha posto un innumerovole quantità di domande).
Cordialmente