Utente 346XXX
Salve, sono un uomo di 40 anni alla ricerca di un figlio. dopo anni di tentativi inutili e dopo varie analisi abbiamo individuato il problema: azoospermia. ben tre spermiogrammi effettuati nell'arco di tre mesi hanno confermato il triste responso. l'ultimo è stato effettuato con centrifugazione, risultato sempre azoospermia ma con numerosi elementi della linea germinativa. che significa? può essere buon segno anche ai fini di un eventuale recupero degli spermatozoi tramite biopsia? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

il dato citologico, da lei indicato, potrebbe dirci forse che il problema non è di origine ostruttiva ma poco altro.

Ora bisogna sentire in diretta un bravo andrologo.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html .

Un cordiale saluto.


[#2] dopo  
Utente 346XXX

Iscritto dal 2014
Dott.Beretta,
grazie per la tempestiva risposta e per l'articolo suggerito. mi sottoporrò presto ad una visita specialistica. ma giusto per capire, dobbiamo escludere quindi che possa trattarsi di azoospermia ostruttiva data la presenza di numerose cellule germinative?
Grazie in anticipo
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

senza una valutazione andrologica diretta completa, indagini citogenetiche, ormonali, ecografiche e tutto quello che le indicherà il suo andrologo di riferimento, non possiamo escludere nulla.

Si rilegga l'articolo già indicatole.

Ancora un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 346XXX

Iscritto dal 2014
Salve, scrivo per aggiornare la mia situazione. In seguito ai risultati disastrosi degli spermiogrammi, ho effettuato una visita specialistica. L'andrologo non ha riscontrato nessun tipo di alterazione fisica (dimensione testicoli perfettamente nella norma) e anche dall'osservazione ecografica non è emerso nulla di anomalo. Mi ha prescritto le
analisi ormonali di cui riporto il valore del FSH 2,5 e dell'LH 3.
Ho effettuato le analisi genetiche di cui ho da poco ricevuto l'esito:
cariotipo ok
delezioni cromosoma y ok
mutazioni CFTR ok
La prossima settimana incontrerò l'andrologo che credo mi spiegherà come procedere. Cosa devo aspettarmi? Cioè come è la mia situazione alla luce di questi aggiornamenti?
Grazie in anticipo.
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

sembra di essere in presenza di una azoospermia ostruttiva; si rilegga l’articolo sempre pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195/l-azoospermia-quando- .

Ancora un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Utente 346XXX

Iscritto dal 2014
Grazie dottor Beretta,
ho letto l'articolo ma quello che mi lascia perplesso è la presenza di elementi della linea germinativa nell'eiaculato: come può questo conciliarsi con un'ostruzione? Io non so più che pensare.
Con valori ormonali nella norma potrebbe comunque trattarsi di azoospermia secretiva?
Dimenticavo il valore del testosterone: 462 (valori di riferimento 300-1000)
e quello dell'estradiolo: 17 (valori di riferimento 30 -90).
Il valore dell'estradiolo è inferiore rispetto ai valori di riferimento: è un dato rilevante?
Grazie ancora
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

l'estradiolo inferiore ai valori di riferimento non costituisce generalmente un dato significativo se gli altri dosaggi ormonali sono nella norma.

La sua perplessità poi sulla "presenza di elementi della linea germinativa nell'eiaculato" può essere condivisa ma l'ultima parola ora spetta al suo andrologo di riferimento che dovrà decidere quale strategia terapeutica, molto probabilmente chirurgica, adottare.

Ancora un cordiale saluto
[#8] dopo  
Utente 346XXX

Iscritto dal 2014
Grazie dottor Beretta,
avrei voluto evitare la biopsia ma mi sembra di capire che è l unico modo per distinguere l' azoospermia ostruttiva da quella secretiva. Un ultimo chiarimento: anche nell'articolo da lei consigliatomi si sostiene che in genere nei casi azoospermia secretiva il valore del fsh risulta aumentato, in quali casi sempre di natura secretiva invece potrebbe mantenersi inalterato?
Grazie.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In situazioni cliniche rarissime dove l'epitelio seminale rimasto continua a produrre sostanze che bloccano l'iperattività dell'ipofisi, cioè la ghiandola che produce l'FSH.

Comunque non si lanci su queste tematiche di natura ormonale rare, complesse e che comunque non fermano la necessità clinica finale di fare una biopsia testicolare che, mi raccomando, deve essere fatta in ambiente dedicato e capace di recuperare e crioconservare gli eventuali spermatozoi trovati.

Ancora un cordiale saluto.
[#10] dopo  
Utente 346XXX

Iscritto dal 2014
Grazie dottor Beretta,
seguirò tutto l'iter che mi suggerirà l'andrologo e farò sapere.
Cordiali saluti
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, mi raccomando che il collega abbia la possibilità di procedere alla eventuale crioconservazione degli spermatozoi trovati che, in presenza di problema ostruttivo, si possono trovare in più del 90% dei casi.

Ancora un cordiale saluto.