Utente 281XXX
Salve, vorrei esporvi un dubbio che mi stò ponendo dal giorno dell'operazione.
Mi sono circonciso il 5/05 ovvero 4 giorni fa.
Mi sono operato per una ipersensibilità al glande, problema che ho sempre ritenuto gravissimo per me poiché per tutta la mia vita mi ha sempre complicato la vita sessuale.
Per risolvere 'sto problema ho preso la decisione di effettuare una circoncisione ed il medico mi disse che c'erano due tipi: "Parziale" e " Totale".
Tra le due mi consigliava la Parziale, ero scettico perché avevo paura di effettuare una operazione inutile per il mio problema, difatti mi disse che avrebbe rimasto soltanto un filino alla base del glande in modo che in erezione quella pelle rimasta si sarebbe tirata.
Al fine dell'operazione mi ha detto di aver effettuato una circoncisione "subtotale" ovvero togliendo l'80% di pelle sul glande, qualcosa in piu rispetto a cio che viene tolto dalla "parziale".
Ora mi ritrovo il pene gonfio ( come ovvio che sia ) ma noto che visibilmente il glande da fuori è circa una puntina, un 30% del glande rispetto all 80% che mi aspettavo.
Mi disse il medico che è normale che vedo poco glande perché è gonfissimo ma io sinceramente ho paura, ho paura che dopo un mese di guarigione mi ritrovo il pene con giusto un po di pelle in meno rispetto a quanto mi aspettavo.
Spero sappiate corregermi il dubbio.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
La questione della cosiddetta circoncisione parziale è molto controversa. Rimuovere solo parzialmente l'anello di pelle stenosante del prepuzio (circ. parziale) risponde a criteri di estetica ma espone al rischio, purtroppo frequente, di recidiva della fimosi (restringimento del prepuzio) invalidando l'atto chirurgico e ponendo la necessità di un ulteriore correzione che sarà più complessa della prima.

Le auguro di guarire senza complicanze e di risolvere la sua ipersensibilità, per la quale vi sono comunque anche altre opzioni terapeutiche.

A presto.
[#2] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2012
E c'è una differenza tra "parziale" e "Subtotale" come definita dal medico che mi ha operato?
Almeno per capire se, a differenza della classica "parziale" si avvicina più ad una totale e che finito il gonfiore vedrò più di metà glande scoperto.
[#3] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Parziale o subtotale sono la stessa cosa. Il problema consiste nel lasciare la giusta quantità di prepuzio che sia sufficientemente elastica e non vada incontro a re-stenosi.

Non sempre si riesce ad evitare la recidiva per cui, a malincuore, si deve resecare più prepuzio di quanto sia necessario, con conseguenze estetiche non sempre gradevoli.

La circoncisione è uno dei tanti capitoli controversi e difficili della chirurgia andrologica.

A presto.
[#4] dopo  
Utente 281XXX

Iscritto dal 2012
Chiedo scusa, indi per cui, se vi sorgono problemi con la "parziale" bisognerebbe fare una "totale" diversa dal solito che toglierebbe ancora più prepuzio?
O una totale e basta?
[#5] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Semplicemente una totale con ampia resezione del prepuzio.

A presto.