Utente 946XXX
Buongiorno, vi scrivo per questo mio problema che ogni tanto capitava, ma che nelle ultime due settimane è costante.
Una settimana fa mi sentivo molto debole e fiacco (spossatezza fisica, stordimento, capogiri, mancamenti e digestione difficile) e sono andato dal dottore, il quale si è concentrato subito sull'intestino senza misurarmi la pressione. Mi faceva male se premeva in centro dell'addome e mi dice che ho un'infezione intestinale: 6 giorni di antibiotico Normix (ogni 6 ore una pastiglia da 200mg).
Ora sotto cura la stanchezza ecc rimangono, a lavoro è molto difficile perchè mi sento stordito e per fortuna sono in ufficio, ossia non faccio molto sforzi.
Quattro giorni prima di andare dal dottore ero andato a trascorrere un pomeriggio su un prato e quando mi sono alzato ho sentito male al torace (ne ho fatti di ECG ed è sempre tutto ok a parte la positività al tilt test riscontrata anni fa ma poi mai avuto svenimenti, solo sintomi pre-sincope) e la sera stessa ero fiacchissimo,cosi come venerdi. Poi sabato sono stanco tranquillo e domenica invece ho fatto sport ed ho retto normalmente, se non che il giorno dopo mi sembrava di essere andato in guerra (può essere un problema di circolazione?)..Per finire lunedi a nuoto e stavo bene fino a che poi martedi sono andato dal dottore..Una mia ipotesi era che dopo il parco dovevo riposarmi invece ho sovraccaricato ed ora sto cosi..come se avessi un recupero molto lento.
Detto questo, ho notato che tutta questa stanchezza può essere data dalla mia frequenza cardiaca: infatti ho sempre dai 50 ai 54 battiti al minuto...io mi sento molto rilassato ma anche debole (non sentirsi le gambe, stordimento ecc) quindi ho escluso il cosiddetto battito d'atleta. Non mi so spiegare dunque questo.
Aggiungo inoltre che ogni volta che mi arrabbio molto e mi capita di urlare o quando sono sotto stress "mi fa male" proprio il cuore e non so se siano tutti postumi di periodi difficili attraversati. Gentilmente vi chiedo cosa pensate si possa trattare. E' utile fare dello sport o aspetto ancora un pò? Escluderei solo il ruolo dell'ansia perchè in questo periodo sono anche tranquillo. Il mio medico di base mi darebbe solo farmaci ed io piuttosto vorrei farmi vedere da un cardiologo, perchè aldilà degli ECG gia fatti un anno fa non è possibile che alla mia età una sera ballo fino al mattino ed il giorno dopo mi ci vuole il triplo per riprendermi.
Mi scuso per l'esposizione ed attendo una Vs. risposta.
Vi ringrazio molto, cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente
non èla prima volta che lei posta la stessa domanda nell'area cardiologia, nonostante le sia già stato detto che il cuore non è responsabile dei suoi disturbi, basandoci sui risultati delle indagini già fatte che lei ha riportato....
Ora non metto in dubbio che lei abbia i sintomi che descrive, ma ripeterle che il cuore non ne è responsabile,mentre lei continua a pensare che lo sia è solo una perdita di tempoper lei e per noi....
Il mio consiglio è di rivolgersi ad uno psicologo perchè al di là dell'oggettività del problema, è altrettanto indubbio che lei ha un'ansia patologica che merita diu essere adeguatamente affrontato in ambito specialistico non cardiologico.
Cordialmente