Utente 851XXX
Salve,
sono una ragazza di 17 anni e vorrrei chiedervi alcuni chiarimenti
riguardo alla fimosi.

Solo ultimamente ho scoperto che il mio ragazzo è affetto da questa
"malattia"
Lui dice che masturbandosi riesce ad eiaculare normalmente e quando ha
un' erezione non prova fastidio o dolore (come invece avviene in
altri soggetti con la stessa disfunzione.)
Tuttavia non siamo ancora riusciti, dopo otto mesi di tentativi, a fare
l'amore perchè anche se c'è un'erezione prima o poi
sparisce.
Personalmente credo che lui abbia paura di non riuscire a penetrarmi a
causa della fimosi e quindi entra in ansia, bloccando l'erezione.
Ovviamente non sono una terapeuta sessuologa e non dovrei azzardarmi in
"diagnosi" a riguardo, ma...boh, chiamiamolo intuito
femminile...
Comunque io davvero non so più cosa pensare e vi chiedo aiuto:

La mia domanda è: è possibile avere un rapposto sessuale completo se si
è affetti da fimosi? oppure il nostro è un problema di tipo
psicologico (essendo la prima volta per entrambi)?

Vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Cara lettrice 8513,

le sue perplessità appaiono fondate.
Una fimosi dovrebbe consentire una adeguata erezione e una penetrazione, pur se difficoltosa.
La descrizione che lei fa, mi porta a pensare che il suo ragazzo abbia una qualche forma di Disfunzione Veno Occlusiva del pene che gli impedisce di conseguire una ottimale rigidità e di conseguenza di poter conseguire una penetrazione.
Lo convinca a farsi vedere da uno specialista andrologo
Una persona valida potrebbe essere il Dottor Giorgio Piubello che visita all'Ospedale di Borgo Roma, a Verona tel.045.8074924 oppure allo studio 045.8395190 (gpiubello@libero.it)
Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 851XXX

Iscritto dal 2005
La ringarzio molto per il suo consulto,
la terrò informato in caso di complicazioni.

Ancora grazie!