Utente 273XXX
Buongiorno, ho quasi 25 anni, sono iperteso e sovrappeso, e assumo Cardioaspirin, Plaunazide e Paroxetina.

Questo pomeriggio, dopo circa una decina di giorni di inattività, sono uscito di casa per fare un po' di movimento fisico, ovvero una camminata di mezz'ora a passo svelto.

Da quando ho iniziato a raggiungere i 120 battiti ho iniziato ad avvertire un fastidio nella zona dell'esofago, nella parte superiore del torace.

Ho effettuato un elettrocardiogramma da sforzo massimale lo scorso ottobre e non sono state rilevate anomalie.

Devo iniziare a preoccuparmi?

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Può darsi che sia stato un dolore esofageo, ma se si dovesse ripetere lo segnali al suo medico ed eventualmente ripeta l EVG sotto sforzo specie se, al di la del sovrappeso, ipertensione lei avesse altri fattori di rischio quali la familiarita per infarti o ictus o peggio l abitudine al fumo
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimo Dott. Cecchini,l la ringrazio per la risposta.
Nel EGDS fatta l'anno scorso il medico mi diagnosticò un'incontinenza cardiale.

Siccome ho letto che ha grossi benefici sull'apparato cardiovascolare, tendo a consumare circa 4 spicchi d'aglio al giorno.

Che questo mi abbia procurato questo dolore esofageo che appare sotto sforzo?

Non fumo più da un anno e mezzo e purtroppo ho la familiarità per cardiopatia ischemica.

Domani ho un ECG da sforzo al cicloergometro, ho letto che se fatto sul tapis roulant è meglio. Cambia sostanzialmente qualcosa?

PS. Oggi, essendo la cresima di mio cugino, ho abusato un po' troppo con il cibo e il vino rosso. Ho forsde minato la mia salute?

Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non sono certo gli stravizi di oggi a "minarle" la,salute.
Che lei faccia la prova sul cicloergometro o sul tapis roulant non fa grossa differenza purché sia massimale per sesso ed eta.
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Mi scusi, Dott. Cecchini, cosa intende per "massimale"?
Grazie.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
significa che ci sono delle tabelle in cui si calcola il limite massimo per ogni individuo in base all eta, sesso, picco pressorio.
Quando si oltrepassa l 85% del massimale teorico lo sforzo viene definito massimale.
Arrivederci
[#6] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la risposta, Dott. Cecchini. Se mi consente di chiederle nuovamente un consulto, la informo che questo pomeriggio mi sono sottoposto all'ECG da sforzo.

Le riporto il referto:

Il paziente si è esercitato secondo il protocollo WHO50 per 9:16 min:sec, ottenendo un livello di lavoro di Carico MAX: 150 Watt.
La frequenza cardiaca a riposo inizialmente era di 85 bpm; è salita ad una frequenza cardiaca massima di 153 bpm, che rappresenta il 78% della frequenza cardiaca massima prevista per l'età. La pressione sanguigna a riposo era di 210/100 mmHg, è salita ad una pressione sanguigna massima di 250/100 mmHg. Il test di esercizio è stato arrestato a causa di Aumento patologico pressione sanguigna.

Conclusioni:

Sommario: Disturbi tipo angina pectoris: nessuno.
Aritmia: nessuna.
Nel corso della prova non alterazioni di ripolarizzazione ventricolare di significato patologico.
Nessun disturbo soggettivo. Non aritmie di rilievo. Incremento patologico della PA durante lo sforzo.

Conclusioni:
L'indagine, submassimale per frequenza cardiaca raggiunta, non è risultata indicativa di ridotta riserva coronarica. Risposta pressoria all'esercizio di tipo ipertensiva.

Ora, caro dottore, le mie domande sono le seguenti:

1) Come mai la mia PA due ore prima del test era di 110/80 mmHg (automisurata con sfigmomanometro tradizionale)

2) Gli eccessi della giornata di ieri (cibo e vino a volontà) hanno alterato la mia condizione pressoria?

3) Il Plaunazide che assumo non da' più gli effetti sperati?

4) Siccome ero agitatissimo prima e durante l'intervento, questo incremento pressorio (anche a riposo, essendo di 210/100 mmHg), può essere dovuto all'ansia?

5) Mi conviene cambiare farmaco antipertensivo?

6) Dato che non ho raggiunto l'85% della mia frequenza cardiaca massima teorica, mi consiglia di ripetere il test una volta rientrato nel mio peso ottimale? < 100 Kg?

Grazie
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L ECG da sforzo che lei ha riportato mostra valori pressori inaccettabili e pericolosi ( in realtà non avrebbero neppure cominciarlo con quei valori pressori).
Il Plaunazide è un sartano associato a diuretico, e come appare evidente, non è in grado di riportarle i valori pressori in livelli di sicurezza.
Consulti il suo cardiologo per una variazione della terapia, indispensabile
Arrivederci
[#8] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Rischio qualcosa, dott. Cecchini, anche se il cuore non pare essere compromesso?

Grazie
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Certo che rischia con quei valori basali e sotto sforzo: sia nell'immediato che a distanza di tempo.
Si consulti con il suo cardiologo per una ridiscussione della terapia.
Arrivederci
[#10] dopo  
Utente 273XXX

Iscritto dal 2012
Chiarissimo come sempre.
Un'ultima domanda e giuro di non seccarla più: un'ora dopo aver concluso la prova da sforzo, per curiosità sono andato in farmacia a misurarmi la pressione, ed era 130/80.
E' normale questo ritorno alla normalità? La mia PA è tenuta quotidianjamente sotto controllo ed è sempre ottimale, oggi durante la prova, complice anche l'ansia, ha avuto dei picchi impressionanti.
Che ne pensa?
Grazie di cuore.
[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Penso che davvero lei sia un ansioso.
Cordialita
cecchini