Utente 284XXX
buongiorno dottore, ho 60 anni e da diversi anni soffro di colesterolo alto con oscillazioni fa 260 a 300- 320. Premetto che mio padre e' morto per infarto e cosi' pure 2 fratelli di mio padre.Circa 2 anni fa il cardiologo mi ha prescritto le statine che pero' facevano salire il cpk oltre 500. Mi ha prescritto allora lo Zetia ma purtroppo il cpk saliva ancora. Ho provato su consiglio della mia dott. di base a prendere Eskim 1000 e l'ho preso per circa due mesi ma stamane ho ritirato gli analisi e il colesterolo e' ancora a 321 HDL 85. Mi puo' dare gentilmente un consiglio perche' la mia dottoressa a cui ho telefonato mi ha detto che mi posso solo affidare alla dieta a cui peraltro sto gia' molto attenta ma vedo che ho pochi risultati. Devo dire anche che ho familiarita' di colesterolo alto perche mia madre ne soffre sin da quando era molto giovane. Ho provato anche con il riso rosso preso in erboristeria ma il cpk saliva anche allora. Perche', cosi' mi ha spiegato la mia dott., che l'integratore con riso rosso e' una statina naturale. Mi consigli se puo' La ringrazio e La saluto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L' ESKIM 1000 e' un parmaco a base di omega 3, e pertanto NON ha alcuna influenza sul colesterolo.
A colte le statine possono elevare un poco il CPK, ma questo - entro certi limiti - nNON e' una controindicazione, anche perche' il dosaggio del CPK andrebbe eseguito dopo 24 ore di riposo quasi assoluto.
Piccole variazioni , appunto, sono insignificanti. Ed inoltre va fatto presente che spesso il paziente tollera piu' una statina che un'altra e ce ne sono almeno una mezza dozzina.
VA detto poi che l'ezitimibe NON aumenta il CPK e quindi e' estremamente improbabile che il valore che lei afferma essere stato rilevato sia adducibile a quella molecola.
Di contro il valore elevato che lei indica compèorta un rischio di ictus ed infarto molto elevati.
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la sua risposta. Quindi in pratica dovrei provare con altro tipo di statine e poi di nuovo controllare valori colesterolo e cpk. E cosi' finche' non ho trovato quella giusta. Parlero' con la mia dott.La ringrazio di nuovo e La saluto.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Esatto, tenendo conto che un modesto incremento delle CPK (eseguito sempre dopo 24 ore di riposo) non e' una controindicazione al prosieguo della terapia.
Arrivederci