Utente 346XXX
salve a tutti sono un nuovo utente e avrei una cosa da chiedere a voi professionisti:premetto alcune cose:ho un carattere nervoso e sempre ansioso e mi agito sempre e per qualsiasi cosa. Sto affrontando da tre mesi circa un periodo ancora peggio di quelli che vivo sempre e sono sempre in ansia e agitazione. Mi capita per fortuna sporadicamente che nei momenti che la mia ansia supera livelli possibili e inimagginabili mi capita di avvertire dei tonfi al petto che durano sempre per mezzo secondo circa e ne avverto una ogni tanto e non tutti i giorni. Possono essere extrasistole? Premetto un altra cosa:il dottore mi ha detto che sono abbastanza normali e per ora non mi ha consigliato nessun approfondimento specialistico ma io che sono anche testardo chiedo anche a voi. Quando faccio sport (non agonistico) tipo corsetta giornaliera di 30 min e partite a calcio di 3/4 ore con i miei amici non le avverto ma solo nei momenti di riposo a casa. Poi ogni tanto le avverto come se fossero quasi una causa meccanica come dopo mangiato o quando rido e/o faccio uno sbadiglio profondo. Come posso farle passare se passano e un ' altra cosa posso fare quel po' di sport che sono di uso fare? Confido in una vostra risposta. Cordialità. Un utente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Si sono extrasistoli e quando vengono non puó far nulla per farle passare, se non tranquillizzarsi...temo peró che il suo problema sia proprio un'ansia patologica. Non la sottovaluti e si rivolga per questo a uno psicologo. Saluti
[#2] dopo  
Utente 346XXX

Iscritto dal 2014
Egregio Dottor Rillo lei non si può nemmeno immaginare(o forse si:)) di quanto lei mi abbia tranquillizzato!!! . La volevo ringraziare sentitamente per la sua più che celere e soddisfacente risposta. Terrò in considerazione il suo preziosissimo consiglio di farmi aiutare più che da un cardiologo da uno psicologo. Mi vorrei davvero tanto dissobligare con lei ma non vedo come apparte di farle sapere quanto io la stimi(perchè so che lei in questo sito è molto apprezzato e utile) e farle sapere che un grazie immenso non glielo toglie nessuno. Grazie ancora e alla prossima:)(anche se spero non per un consulto:))
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
La ringrazio molto per le sue parole. Il suo giudizio è per me importante. Se dovesse ancora aver bisogno non esiti a ricontattarmi.
Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 346XXX

Iscritto dal 2014
Non esiterò di certo a farlo grazie mille non solo per la risposta del primo dialogo ma anche per la sua disponibilità:)
[#5] dopo  
Utente 346XXX

Iscritto dal 2014
avrei un altro dubbio che mi piacerebbe fosse chiarito da un esperto oppure dallo stesso esperto che mi ha risposto su,e'la stessa cosa. ora le extrasistole ne avverto pochissime al giorno max.2 ma io le avverto quando facco dei respiri profondi o quando urlo. ho letto sia che due extrasistole al giorno sono un numero basissimo e poi ho letto che potrebbe essere anche un qualcosa del nervo vagale visto che qualcuna mi capita anche quando facco dei movimenti strani o salto. Potrebbe essere qualcosa che riguarda quando respro o movimenti?vi racconto l'ultime dopo mangiato brioche o dopo cenato faccio respiri profondi e tac me ne viene una che dura massimo mezzo secondo. mi devopreoccupare o e' soloansia ?
[#6] dopo  
Utente 346XXX

Iscritto dal 2014
caro Dottor Rillo volevo chiederle un'altra cosa che è uguale al messaggio precedente. Io sono più tranquillo ma le due-tre extrasistole al giorno le avverto sempre ma stavolta le volevo spiegare in dettaglio i miei sintomi e quando li avverto. A me capita di avvertire per nemmeno un secondo circa una sensazione come se qualcosa mi precipitasse all'altezza del petto. Le racconto ora quando le avverto. Quando mi abbasso, , quando respiro profondamente,quando mi sdraio in posizione supina.,quando parlo più animatamente, quando faccio dei salti, poi faccio delle eruttazioni in modo più frequente, volevo chiederle se può essere qualcosa legato alla super irritabilità del nervo vagale o qualcosa dello stomaco. Non penso qualcosa al cuore perchè ne avvertirei di extrasistole sempre e non solo in quelle determinate situazioni perchè penso che il cuore se è malato fa sti scherzetti sempre e non solo quando faccio movimenti strani come mi capita . , e poi anche perchè sin da piccolo il dottore mi ha detto sempre che sto a posto.Poi oggi, altro caso che mi tranquillizza, ho corso per un ora su una ripida salita e nn ho avvertito nulla. Spero di ricevere una risposta. Grazie anticipatamente.
[#7] dopo  
Utente 346XXX

Iscritto dal 2014
Ah un altra cosa c'è un modo per farle diminuire?
[#8] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Quello che descrive è tipico, non c'è nulla di nuovo e non cambia assolutamente quello che già le ho detto. Per farle dimunuire non è facile....può evitare di assumere caffè in eccesso e tutti gli eccitanti, la cioccolata, il thè, ovviamente il fumo di sigaretta, le bevande gasate e gli alcoolici o superalcoolici.
Saluti cordiali