Utente 245XXX
Salve

Sono stato operato di recurvatum congenito con la tecnica di Nesbit ma senza circoncisione. Il dottore ha reputato di non dovermi circoncidermi ma ora che posso riprendere la mia attività sessuale trovo difficoltà a scoprire il glande o meglio riesco a scoprire il glande ma fino alla sua terminazione dopo di che non riesco più a tirare indietro la pelle sento come se fosse stretta, il problema ovviamente l'avevo anche durante il periodo di stop da ogni attività. Voi da dottori come reputate questa condizione? E' normale e quindi devo aspettare ancora prima di tornare alla completa normalità?

In attesa di un vostro riscontro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
caro signore,
li si tratta di vedere se esiste un gonfiore residuale dopo chirurgia o se il preppuzio si è ristretto. Le consiglio di tenere il pene alto, magari attaccatto all' addome con un cerotto, per eliminare ev. gonfiore residuo. Se dopo un paio di settimnane di questo trattamento il problema persistesse contatti il collega.
[#2] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2012
Mmmmh capisco, ho tenuto il pene in quella posizione per due settimane e poi sono andato alla visita di controllo dal medico e mi ha detto che era tutto ok... Può essere ancora quello? Guardi il mio dottore ha ritenuto opportuno non dovermi circoncidere e spero sia stata la scelta giusta perchè non mi va di nuovo di sottopormi ad un altro intervento anche se di minore gravità e dover di nuovo fermarmi da avere una felice vita sessuale che fino ad ora è stata molto problematica e può capire anche la mia frustrazione. Grazie
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Capisco bene, ma di qua altro non posso dire.
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

il problema della circoncisione dopo corporoplastica è ancora aperto. In alcuni importanti centri urologici italiani la circoncisione viene sempre effettuata per evitare problemi postoperatori simili al suo.
Altri non la effettuano, anche per richiesta del paziente,ma corrono il rischio che il linfedema che si determina dopo il degloving dell'asta possa costringere ad effettuare una circoncisione " di necessità" nelle settimane o mesi dopo la corporoplastica.
Ho operato centinaia di peni curvi anche senza eliminare il prepuzio ma, oggi,diventato anziano e più esperto, consiglio sempre di effettuare la circoncisione proprio per evitare problemi del genere, sempre sgraditi ed antipatici. Se il giovane paziente proprio non vuole la circoncisione consiglio manovre di posizionamento dell'asta simili a quelle consigliate dal dottor Cavallini, associate a manovre di scopertura del glande assai precoci
A distanza è assai difficile giudicare una situazione del genere
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2012
Capisco. Comunque riprovando a scoprire il glande ho capito meglio il problema. In pratica non è stretto ma in erezione da un lato dell'asta e precisamente sulla parte destra dove si sentono i punti interni la pelle è come se fosse bloccata, da quel lato non riesco a tirarla giù.
Comunque nel caso dovessi circoncidermi quanto tempo bisogna aspettare da questa prima operazione per poter intervenire di nuovo e sopratutto quanto tempo dovrò aspettare dopo l'operazione per ritornare a poter avere un'attività sessuale regolare. Spero non quanto abbia aspettato per questa. Grazie :)
[#6] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2012
Il problema quindi che ho riscontrato e riportato meglio nella mia precedente risposta è possibile che si risolva con il tempo o mi porterà in ogni caso a dovermi sottopormi ad un ulteriore intervento? Grazie.