Utente 325XXX
Salve,
da circa due settimane ho il secondo tono cardiaco sdoppiato. Aumenta quando inspiro, mentre espirando sembra diminuire, anche se a volte lo percepisco (appoggiando una mano sul cuore) anche quando espiro. Il dottore di famiglia me lo aveva già diagnosticato due mesi fa, ma ogni tanto scompare, per poi riapparire. Volevo solo sapere se è una cosa di poca importanza o dato quello che mi è stato diagnosticato circa 6 mesi fa (tachicardia infundibulare a cuore sano) poteva essere un problema? grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Avrà sicuramente fatto un ecocardiogramma. Se questa indagine è risultata negativa può star tranquillo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 325XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la risposta.. Si l'eco cardiogramma, come la risonanza magnetica li avevo fatti quando mi hanno ricoverata sei mesi fa, è il caso che io li rifaccia?
Grazie in anticipo
[#3] dopo  
Utente 325XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la risposta.. Si l'eco cardiogramma, come la risonanza magnetica li avevo fatto quando mi hanno ricoverata sei mesi fa, è il caso che io li rifaccia?
Grazie in anticipo
[#4] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non c'è motivo che li rifaccia....ma quel che deve fare dal punto di vista terapeutico dipende anche dai risultati di quelle indagini. Non è lo sdoppiamento del 2° tono che merita approfondimenti (visto che le indagini le ha già fatte), ma la tachicardia ventricolare...Sarebbe auspicabile che lei fosse seguito da un aritmologo.
Saluti