Utente 335XXX
Salve, dopo anni di forti dolori lombari, ho deciso di fare la denervazione in radiofrequenza. Ho letto molto su internet, sembrava una procedura semplice, poco dolorosa e veloce...

Con mio immenso stupore gia alla prima ablazione ho sofferto tantissiml, un dolore indescrivibile, tanto da andare in chock con pressione massima a 50 e un endovena di Atropina per riprendermi... le restanti 13 ablazioni le ho subite tantissimo muovendomi come una biscia... tanto da farmi 2cc di midazolan (credo si chiami cosi)

Qual e la verita é una procedura davvero indolore e sono io troppo sensibile oppure é veramente una tortura insopportabile, il dolore piu grande degli ultimi 40 anni della mia vita? Sono sconvolto!
[#1] dopo  
Dr. Luigi Stella
32% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
La denervazione delle faccette articolari con radiofrequenza è una procedura che si svolge in anestesia locale ed in genere non è molto dolorosa.
Dal fatto che le sia stato somministrata atropina, penso che abbia avuto un ipertono vagale con riduzione della frequenza cardiaca e della pressione.
La sedazione con Midazolam, se fatta a regola d'arte, dovrebbe portare ad una sedazione sufficiente per pazienti particolarmente ansiosi come verosimilmente Lei è.
Dopo le sofferenze che Lei descrive, i dolori lombari sono passati ?

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 335XXX

Iscritto dal 2014
Per quanto riguarda il dolore a volte sembra passato, altre é piu forte di prima... il medico mi ha detto che si potra valutare l efficacia della procedura dopo 2/3 settimane, quindi attendo ancora 10gg per dare un parere...

Per quanto riguarda il dolore e stato terribile, insopportabile... come confermato anche dalle due ragazze entrate prima di me... e pensare che avevo visto video su youtube che descrivevano la procedura indolore... il dolore nel momento dell inserimento dell ago nel nervo e terribile... altroche...

Per quanto riguarda la Sua esperienza crede che comunque la procedura dia risultati duraturi?
[#3] dopo  
Dr. Luigi Stella
32% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Buongiorno,
Tutte le procedure invasive e semiinvasive sono gravate da una possibilità di insuccesso e/o recidiva che varia in funzione di molti parametri. Non avendo io nessun riscontro obiettivo prima e dopo la procedura non posso esprimermi.
Prima di sottoporsi a questa procedura aveva valutato la terapia farmacologica? quali erano le caratteristiche qualitative e quantitative del dolore?
Io prima di intraprendere una terapia invasiva consiglio sempre di ridurre il peso corporeo che è una variabile rilevante sull'esito della procedura.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 335XXX

Iscritto dal 2014
Le rispondo con piacere anche se la mia perplessita era l intenso dolore provato durante la procedura...

In 4 anni di dolori lombari ho provato di tutto dalla fisioterapia, manipolazioni, tecar, tens, ossigeno e chi piu ne ha piu ne metta... mi hanno proposto anche i distanziatori interspinali e i famosi "chiodi con ammortizzatori" nelle vertebre... ovvio ho optato per la meno invasiva, anche se come ripeto non pensavo fosse cosi dolorosa...
[#5] dopo  
Utente 335XXX

Iscritto dal 2014
Salve, sono ricominciati i fortissimi dolori, in terapia antalgica hanno riprovato ad infiltrare la sacro illiaca con risoluzione (non piu di un 20%) della sintomatologia per i 2gg successivi.... Adesso sto dinuovo come prima, anzi peggio... Mi hanno prescritto 2cp al di co-efferalgan e 10gg mesi di arcoxia 90... Si puo andare avanti cosi? Credo vogliano riprovare la denervazione solo sulla sacroilliaca... E troppo dolorosa ed ho paura di non risolvere...