Utente 191XXX
Buonasera.

premessa: 4 anni fa ho fatto una rm da cui e' emerso ke avevo 2-3 piccolissime ernie cervicali.

detto questo spiego il mio problema:

circa 20 giorni fa improvvisamente mi sorge un fortissimo torcicollo; faccio 5-6 punture di muscoril e voltaren( 2 anche col bentelan) , il dolore si attenua ma non sono guarito. da 5 giorni il dolore non ce l'ho più al collo ma si e' spostato tra la spalla e la scapola sinistra, e per di piu' mi e' sorto anche il problema al braccio sinistro cioe' poca forza e poca sensibilita' al 1 dito della mano sn.

sinceramente dico ke sono andato ieri da un chiropratico per la 1 manipolazione; dovro' tornarci sabato prossimo.

oggi e' come ieri , cioe' sempre dolore costante alla spalla e dolore atroce appena mi sveglio.

in settimana faro' una rm.

cosa ne pensate? ho dolori forti, non mi passano e non so cosa prendere. farmaci? quali? a chi mi devo rivolgere?
ho paura ke la mia ernia sia seria e non vorrei nemmeno pensare mlontanamente ke mi urge un intervento.

cosa devo pensare? mi devo preoccupare?

grazie.
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
È possibile che possa trattarsi di una irritazione di una radice nervosa a partenza dal rachide cervicale ma lo si può ipotizzare solo con la visita diretta e confermare con eventuali accertamenti che lo specialista ritenesse necessari (EMG, RMN, ecc.,) . Non mi pare prudente fare terapie manuali prima di aver fatto la diagnosi, a meno che il chiropratico sia un medico (indipendentemente da un eventuale "dott." davanti al nome può controllare qui http://application.fnomceo.it/Fnomceo/public/ricercaProfessionisti.public ) e abbia stabilito una diagnosi diversa.
A distanza, senza averLa interrogata, ascoltata e visitata, e con gli scarsi elementi disponibili (" 2-3 piccolissime ernie" "problema al braccio" ecc.) non è possibile fare ipotesi. Per il dolore il Suo medico potrà aiutarLa efficacemente.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011

Grazie x la risposta.

la mattina appena mi alzo dal letto il dolore e' atroce.
poi ho un continuo dolore per tutto il giorno.

da stasera ho un po più di forza al braccio e forse , dico forse un leggerissimo diminuzione del dolore.

da oggi inizio a prendere neuroxal(acido a-lipidico).

giovedì ho la rm.
ormai aspetto l'esito della rm e poi andro' dal fisiatra,
speriamo si tratti di una semplice irritazione/infiammazione.
[#3] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
avendo dolore.....ho 1 domanda:

se faccio un ciclo di 5 giorni di punture (muscoril e voltaren) sbaglio?
magari funziona contro l'infiammazione.
[#4] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Non è possibile (anzi è vietato dalla Legge) prescrivere terapie a distanza. Chieda al Suo medico se ritiene utile un breve ciclo di FANS o anche di cortisone in fiale, perché è solo lui a poterlo prescrivere.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
ops.....capisco...

nel mio caso, visto ke il dolore ancora e' acuto e persistente, sarebbe meglio eventualmente un ciclo di fans o magari cortisone?

grazie
[#6] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
buonasera.

oggi ho fatto rm cervicale e anche la tc.

la situazione non sembra molto buona cioe' in attesa del referto scritto ho saputo e capito ke ho:

almeno 3 ernie.
un'ernia presenta posteriormente una calcificazione che comprime leggermente il midollo.

il quadro complessivo e' ke a 39 anni sono pieno di artrosi e ho una colonna da schifo!!

detto questo , vorrei sapere:

gia' ho i dischetti degli esami , ma voglio avere anche un referto scritto.

a questo punto da chi devo andare?
chi e' lo specialista adatto al mio problema?

neurologo?
fisiatra?
ortopedico?


grazie
[#7] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Non conosco i motivi per cui ha fatto RMN e TAC, ma sicuramente il medico che ha prescritto i due esami aveva i motivi per farlo. La cosa più semplice è mostrare le immagini degli esami al medico che li ha prescritti perché completi con esse la visita integrandole con quanto emerso dall'esame clinico. Va ricordato che RMN e TAC non servono al paziente, che ovviamente non ha gli strumenti per utilizzarle, ma servono solo ed esclusivamente al medico che le ha prescritte per confermare o escludere un'ipotesi diagnostica oppure per approfondire una diagnosi già fatta. Non mi stupirei che siano risultate tre ernie perché già alla RMN di 4 anni fa erano risultate 2-3 ernie, tuttavia è necessario valutare quale/i di esse determina/no i disturbi al braccio, e anche le condizioni dell'ernia calcifica per accertare se davvero "comprime leggermente il midollo" o se invece prende solo contatto con esso. È in ogni caso poco utile vagheggiare ipotesi senza conoscere il quadro clinico reale e senza aver visto le immagini. Se dopo aver mostrato TAC e RMN a chi le ha prescritte Le resteranno dei dubbi o se comunque vorrà sentire un secondo parere Le suggerisco di consultare un ortopedico esperto in chirurgia vertebrale. Porti con sé esami vecchi e nuovi, immagini e referti, in modo che lo specialista dopo averLa interrogata, ascoltata e visitata e dopo aver visto le immagini di TAC e RMN saprà dirLe qual è la situazione, se occorrano altri esami, e cosa è opportuno fare.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta.

avrei un'altra domanda da fare:

avendo questa artrosi cervicale ,colonna rettilineizzata (a momenti quasi un'inversione)e ernie......da 1 mese soffro di forti dolori prima al collo , ora spalla vorrei chiedere se e' il caso di comprare per questa estate una moto.
io penso ke come minimo questi dolori/fastidi me li portero' ancora un po , quindi sono sconfortato.

vista la mia situazione e' sconsigliabile l'uso della moto per questa estate e/o in futuro?
[#9] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Aspetti di aver consultato il chirurgo vertebrale : una volta che sa qual è la situazione avrà gli elementi necessari per decidere, anche con l'aiuto dello specialista.
Cordiali saluti
[#10] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
Una domanda ancora:

negli ultimi 3-4 giorni va meglio durante il giorno, cioe' mentre prima avevo dolori forti e persistenti iniziando col collo e spostandosi spalla e braccio (h24), da qualche giorno durante la giornata ho pochi dolori e posso fare parecchi movimenti (ma sento ancora un po di fastidio) , mentre la notte quando vado a dormire e mi appoggio sul letto col lato interessato(sinistro) soffro maledettamente alla spalla e mi sveglio 1-2 volte per il dolore e cambio lato.
appena sveglio ho sempre dolori, mentre bastano 5-10 minuti ke mi metta in movimento e sto subito meglio.

commenti?

grazie

[#11] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
purtroppo la mia situazione non e' buona. ho eseguito una rm e si riscontrano 3 ernie:

c4-c5
c5-c6
c6-c7

la piu' pericolosa e' la c6-c7 in quanto leggo: ernia discale mediana-paramediana sn , sormontata da calcificazione del legamento longitudinale post e da osteofitosi marginosomatica , significativamente improntante il midollo spinale, che reagisce con minimo edema contusivo-ischemico. il diametro A-P del canale spinale giunge alla misura minima di circa 6mm.

oggi sono andato da un neurochirurgo il quale ovviamente mi ha solo consigliato l'intervento; il pericolo e' il restringimento del canale.

io prendero' un altro parere tra 1 mese.

ma chiedo:

e' necessario e urgente l'intervento?
il canale si potrebbe restringere ancora? e in quanto tempo?=

ci sono alternative all'intervento? magari fare 1 rm l'anno e tenere sotto osservazione la misura del canale?

grazie
[#12] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Non posso che ribadire quanto ho già detto :" È in ogni caso poco utile vagheggiare ipotesi senza conoscere il quadro clinico reale e senza aver visto le immagini. "
Non perda altro tempo: se il midollo spinale presenta segni di sofferenza bisogna individuare un chirurgo vertebrale di fiducia e affidarsi a lui, senza cercare altri pareri sperando che qualcuno dica che l'intervento non serve. E rinunci alla moto perché una banale caduta potrebbe avere conseguenze serie.
Cordiali saluti
[#13] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
non so ke dire.
penso ke andare da un neurochirurgo e sentirsi dire che sia necessario l'intervento , e' un po uno shock...

penso sia comprensibile (anke se forse poco logico) andare da un altro neurochirurgo e prendere un autorevole parere.....sentire 2 campane...

diro' una fesseria ma:
sarebbe un'assurdita' fare magari 1 rm l'anno e tenere sotto osservazione il canale? se rimane uguale o si restringe?
il restringimento del canale peggiorera' o potra' stabilizzarsi per un po di tempo? forse e' una domanda da 1 milione di dollari!

il chirurgo mi ha detto ke secondo lui sono da operare...poi solo Dio sa se posso rimanere in tali condizioni (senza intervento) ancora 1 mese...1 anno...10 anni....20 anni....

sono sconfortato....

concludendo: sarei in buone mani se mi sottoponessi a un intervento qui in sicilia o magari ci sono suggerimenti per un ospedale o centro specializzato? grazie
[#14] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Non è prevedibile il tipo di evoluzione né lo è la tempistica. È corretto chiedere un secondo parere ma senza far passare un mese.
Cerchi su Google "chirurgia vertebrale" e la città che ha indicato : troverà diverse strutture, anche pubbliche e accreditate con il SSN, a cui rivolgersi con fiducia.
Cordiali saluti
[#15] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
purtroppo la visita con l'altro neurochirurgo ce l'ho il 25 giugno...
ormai aspetto e vedro'....
[#16] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
buonasera...riflettendo mi e' venuto un pensiero...una idea.

sarebbe possibile nel mio caso provare l'ozonoterapia?
ho 3 ernie , di cui quella su c6-c7 piu' problematica perché restringe il canale midollare oltre a essere anche un po calcificata.

posso tentare questa metodica?
[#17] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Lo ripeto ancora una volta "È in ogni caso poco utile vagheggiare ipotesi senza conoscere il quadro clinico reale e senza aver visto le immagini." È lo specialista che l'ha visitata a proporre il trattamento appropriato, non lei a decidere un tentativo o l'altro, in base a internet o a consigli inadeguati da bar. A mio parere Lei ha già tutti gli elementi per comprendere la situazione, e alla prossima visita chiarisca bene i dubbi con il neurochirurgo, perché la consapevolezza delle proprie condizioni è fondamentale per capire e per accettare o no quello che Le verrà proposto. Si faccia spiegare bene cosa ha, quali sono i rischi a continuare cosi, in cosa consisterà invece l'intervento, quali sono le sue finalità, i rischi, le possibili complicazioni, le percentuali di successo, i tempi di degenza, di convalescenza e quelli di recupero. Io a distanza non ho la possibilità di fornire altre informazioni fondate.
Cordiali saluti
[#18] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno dottore.
ho iniziato a curarmi con l'ozonoterapia; ho fatto gia 3 punture delle 12 previste. la situazione va decisamente meglio,nel senso ke non ho più quasi completamente dolore e attendo fiducioso la fine di questo ciclo.
ho deciso ke dopo la fine di questa cura, con calma faro' una rm di controllo e vedere se ho avuto miglioramenti e soprattutto se il canale si e' "liberato" un pochino.....e valutero' il tutto.

adesso le chiedo: quando ho parlato col neurochirurgo, mi ha consigliato di non andare in moto o scooter e di non mettere nemmeno il casco , in quanto per me una caduta o un colpo di frusta potrebbe essere veramente pericoloso.

ora ho un dubbio: posso fare un po di sport? anche solo un po di running? corsa leggera? o nel mio caso devo evitare anche questo tipo di sforzo(sport)?
[#19] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Non riesco a capire perché persevera a farmi domande specifiche in relazione al Suo quadro clinico pur avendoLe precisato più volte che non ho gli elementi necessari per darLe indicazioni di qualsiasi genere. La cosa più corretta è chiedere al primo neurochirurgo, che mi pare Le abbia già correttamente spiegato la serietà delle condizioni del collo oppure al secondo che dovrebbe visitarLa o averLa già visitata recentemente per il secondo parere. Solo chi L'ha visitata e ha visto le immagini della RMN può consigliare trattamento e comportamenti. Io, a distanza, senza nessun elemento al di fuori del referto RMN che ha trascritto 3 settimane fa, penso solo che forse sta perdendo tempo prezioso (l'edema contusivo-ischemico del midollo spinale è una cosa seria! ) , del resto La ho allarmata io e lo ha fatto a maggior ragione, per averLa visitata, il neurochirurgo, ma ho l'impressione che Lei non voglia dare retta. Mi creda, in queste condizioni non riesco a dirLe altro.
Cordiali saluti.
[#20] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
Mi sto preoccupando seriamente.

semplicemente sto tentando tramite l'ozonoterapia di migliorare il mio quadro e tra 3-4 mesi ripetere la rm e verificare se ci saranno miglioramenti o meno.

mi scusi una domanda: ma e' cosi serio il mio problema? cioe' aspettare ancora 3-4 mesi potrebbe compromettere la mia salute? cosa potrebbe succedermi? ho quasi 40 anni....e non posso aspettare anche 4 mesi??

a cosa vado incontro?
grazie
[#21] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno. sto valutando l'ipotesi di passare una visita presso un altro neurochirurgo al nord.
ho letto di alcuni centri specializzati e ottimi , ma ho il dubbio di dove andare:

ovviamente non mi potete dare "nomi" , ma almeno mi potete suggerire quale scegliere tra : Milano "besta" ,,,,,,l'Humanitas...o Legano(dove c'e' una modernissima tac e rm intraoperatoria)??

grazie
[#22] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Non sarà la struttura a doverLa visitare ma il singolo professionista, e ce ne sono di ottimi in tutti gli ospedali e i policlinici di tutte le città. Compresa la Sua. Io non ho motivo di preferire una struttura all'altra, al massimo posso preferire uno specialista a un altro, ma non è fra gli scopi del sito dare informazioni di questo tipo.
Si faccia aiutare dal Suo medico curante, senza bisogno di cercare lo specialista "del Nord"
Cordiali saluti