Utente 133XXX
Buonasera,

da qualche tempo ho notato la presenza di una "pallina" che al tatto mi ricorda una ghiandola, nella parte interna della caviglia, appena sopra il malleolo.
E' dolorante, ma soltanto al tatto, tuttavia avendo subito un forte trauma circa due settimane prima, inizialmente l'avevo attribuita a questo, pur permanendo il dubbio, dato che il trauma lo avevo subito sulla parte esterna del piede.

Alla fine ho deciso di andare dal medico di base che mi ha prescritto una "ecografia dei tessuti molli antero tibiale" e che secondo lui si tratta di una cisti che "viene come vengono i raffreddori"

Ma sarà proprio così? ho letto cose ben peggiori riguardo a pseudo cisti dei tessuti molli degli arti inferiori.

Dato che l'ecografia sarà la settimana prossima, vorrei sapere se devo allarmarmi oppure ci sono possibilità che si tratti proprio di una semplice cisti.

grazie davvero.


Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
È molto probabile che si tratti di una cisti oppure di un lipoma (=una pallina di grasso). L'ecografia è indispensabile per accertarlo. Non legga in Rete su cisti e pseudocisti perché non ha le conoscenze per distinguere notizie utili da notizie che non La riguardano né, peggio ancora, da false notizie.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera dottore
grazie per la risposta, giovedì scorso ho fatto l'ecografia alla caviglia sinistra che ha evidenziato

".....diffusa iperecogenicità del tessuto sottocutaneo senza il rilievo di definita lesione focale. Tale area si estende per circa 3 cm con maggior asse C-C ed è attraversata nel punto di maggior dolenzia da vaso venoso superficiale. I suddetti reperti appaiono riferibili ad imbibizione edematosa post-contusiva con possibile interessamento flebitico locale: si consiglia valutazione angiologica"

"Sentivo" che era qualcosa di diverso da una cisti o un lipoma... per questo avevo consultato dr. Google!!!!

Fino a martedì purtroppo non vedrò il medico di base e la situazione è un po' peggiorata perché il dolore, quando cammino o guido (quindi sempre), aumenta e arriva fino al retro del ginocchio lasciando poi tutta la sera un indolenzimento fastidiosissimo.
Forse dovrei assumere qualcosa... ma so che a lei non posso chiedere nulla (giusto?) dunque attendo mercoledi.

grazie per la sua disponibilità.

[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Se c'è il dubbio di una flebite è preferibile rivolgersi a un Pronto Soccorso dove sia possibile accertare/escludere clinicamente e se necessario con ecodoppler il sospetto, perché nel caso che di quello si tratti può essere necessario instaurare subito una terapia appropriata. Non perda altro tempo.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
gentilissimo dottore,
ho fatto con tutta urgenza la visita angiologia e quel bozzetto è tornato ad essere una cisti
eccole il referto dell'ecodoppler (con tutti i dettagli)
"48a No fumo da 10 anni No diabete Normotesa No colesterolo Una gravidanza Prende cardioaspirina per chiusura setto interatriale.
Circolo venoso profondo pervio e continente bilateralmente. Arterie periferiche nella norma. Safena interna pervia e continente bil. Moderato lipoedema da stasi. IN sede malleolare interna sinistra si reperta clinicamente piccola formazione nodulare ipoecogena (cm 1.4) senza relazione sul vaso. Si consiglia controllo tra un mese e terapia con fortilase 1 comp al di. Baropodometria. Utile moderata attività fisica. Utile RM della caviglia"

A suo dire non ci sono indicazioni per una sospetta malignità ma "non può fare un esame istologico a vista" , forse un "neurinoma" data la dolenzìa (non sono sicurissima di questo termine) oppure una cisti tendinea dovuta ad un cattivo appoggio.... però mi ha prescritto la RM.

Sono confusa....due referti a distanza di pochi giorni così diversi.
Domani tornerò dal medico di base e mi farò consigliare, ma sono certa che direttamente mi prescriverà la risonanza magnetica.
Questo esame mi preoccupa, o meglio, mi preoccupa il possibile esito.
E un po' mi preoccupa tutta questa mancanza di chiarezza.

Quale è la sua opinione al riguardo? E' urgente fare la risonanza? Pensa che da questo esame, infine, possa emergere una qualche gravità?

grazie ancora!

[#5] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Penso che se fa la RMN dopo si mette tranquilla e non ci pensa più: è peggio continuare a preoccuparsi (scoprendo che non ce n'era motivo). Secondo me torniamo alle vecchie ipotesi. Ci tenga informati
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
gentile dottore,

la contatto ancora nonostante la situazione sia immutata: sto ancora assumendo fortilase, senza alcun beneficio.

Infatti il medico di base, che al rilievo di una infiammazione di un vaso mi aveva prescritto una pomata e confermato la visita angiologica, all'esito di quest'ultima ha confermato l'esistenza di una cisti e la correlata cura di fortilase.
Per niente proattivo.

Dei due esami fatti, di certo uno è stato eseguito da un incompetente (ora non mi interessano le tante sfumature di grigio che in questi casi servono a giustificare le castronerie) dunque il mio destino è la risonanza (per un totale complessivo di 400 euro) ma, infine, quale è lo specialista per il mio caso?

un ortopedico ..... un "cistologo" ..... uno psicologo...... :))

Vorrei tornare come prima di quell'infausto trauma!!!!!!!!!!

mi consigli lei.....

grazie mille!
[#7] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Sicuramente l'ortopedico : può rivolgersi alla UO di Ortopedia dell'ospedale più vicino in modo da non dover cercare poi dove andare per l'eventuale intervento chirurgico (e anche farlo con il SSN, il che non guasta). Sul ruolo dell ' "infausto trauma" aspetterei la diagnosi definitiva: se fosse per esempio, un lipoma sarebbe difficile dargliene la colpa.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore!
Non ho nulla contro il servizio sanitario...La prima volta non intendevo aspettare 5 mesi per "sapere", la seconda mi era stata prescritta una visita urgente per sospetta flebite.
Ora, posso attendere 5-6 mesi per una visita ortopedica e anche oltre per una risonanza?
Non credo!
Per l'intervento ...si vedrà , ma in quel caso il medico attiverà miracolosi canali di rapidità . O almeno a volte è così. Oddio! Speriamo di no!!!

Un caro saluto e grazie ancora